Discovery si prepara all’imponente copertura delle Olimpiadi. Oltre 3000 ore di live

0
136
Foto di Gerhard G. da Pixabay

Dal 23 luglio all’8 agosto andranno in scena le Olimpiadi di Tokyo, che saranno trasmesse con una copertura senza precedenti da discovery+, la piattaforma streaming del gruppo Discovery. Ben 30 canali dedicati per seguire oltre 3000 ore di live delle competizioni di ogni sport, con particolare attenzione alle gare che vedranno impegnati gli atleti azzurri, di cui gli appassionati potranno seguire ogni istante. Stamane l’azienda ha tenuto un evento online per illustrare alla stampa le modalità di approccio alla trasmissione e al racconto della manifestazione che verranno messe in pratica, presentando inoltre la folta squadra di illustri ex atleti che commenteranno le gare.

Uno dei punti centrali, ribadito dall’amministratore delegato di Discovery Italia Alessandro Araimo, è quello relativo alla possibilità per il telespettatore di scegliere in qualsiasi momento cosa vedere, potendo selezionare gli eventi preferiti tra tutti quelli trasmessi al momento. Ognuno avrà perciò la possibilità di “costruirsi” da solo un palinsesto personalizzato, al quale si aggiungeranno format di approfondimento, interviste agli atleti e contenuti speciali, sia live che on demand. Altro elemento importante sarà la possibilità di accedere alla piattaforma in maniera semplice e rapida attraverso tutti i principali dispositivi: pc, smart tv, tablet e smartphone, attraverso i quali si potrà possibile anche rivivere in un secondo momento quanto accaduto in precedenza nelle varie competizioni.

A commentare le gare ci saranno oltre 100 tra telecronisti ed ex atleti. Tra questi ultimi diversi personaggi che nel corso degli anni hanno scritto pagine importanti dello sport italiano, spesso anche a livello olimpico. Per citarne alcuni, siederanno in cabina di commento Andrea Meneghin (basket), Hugo Sconochini (basket), Roberta Vinci (tennis), Paolo Canè (tennis), Rachele Sangiuliano (pallavolo), Paolo Cozzi (pallavolo), Riccardo Magrini (ciclismo), Rossano Galtarossa (canottaggio), Margherita Granbassi (scherma), Francesco Panetta (atletica leggera), Pino Maddaloni (judo), Cristina Chiuso (nuoto), Alberto Busnari (ginnastica artistica) ed Ilaria Colombo (ginnastica artistica). A loro si aggiungeranno i vari inviati in Giappone, che avranno il compito di raccontare da vicino quanto accadrà nei pressi dei campi di gara facendo immergere il pubblico all’interno dell’atmosfera olimpica. Altro interessante appuntamento fisso sarà quello di Azzurri – la notte dei campioni, il programma di approfondimento condotto da Margherita Granbassi che andrà in onda proprio durante le Olimpiadi ogni giorno in seconda serata, in chiaro su Nove. Un’occasione per analizzare le gare degli atleti italiani e per proiettarsi sugli eventi del giorno successivo.

“L’Olimpiade è un evento unico che noi cercheremo di raccontare in maniera unica, in una maniera mai vista in Italia, grazie alla piattaforma discovery+” ha commentato Araimo nel corso della presentazione, “la nostra incredibile squadra costruirà secondo dopo secondo una tavolozza che diventerà l’esperienza sportiva olimpica del nostro pubblico. Siamo lieti di mettere a disposizione tutto il nostro grandissimo sforzo editoriale, con un team molto ampio a Tokyo che riuscirà a coprire ogni istante sul luogo, oltre che una fantastica squadra di commentatori e di talent che porteranno a voi un’esperienza veramente unica”. Ad intervenire è poi anche Luca Stacul, direttore di Eurosport Italia, rete del gruppo Discovery: “In qualità di broadcaster dobbiamo regalare agli appassionati di tutti gli sport la profondità di contenuto che un’Olimpiade può dare. Regalare veramente ogni minuto di Tokyo 2020 alle famiglie italiane e a tutti quelli che avranno piacere di seguirci. Più che un palinsesto ci sarà una griglia di contenuti nella quale ogni appassionato andrà a selezionare il suo singolo sport, la sua singola gara, il suo singolo momento” spiega Stacul, “ed oltre a questo c’è tutto il discorso degli approfondimenti, degli highlights, dei contenuti short form che offriremo su eurosport.it e anche tutti i contenuti sui social, per i quali contribuiranno da Tokyo i membri del nostro team”.