Donna Moderna cambia: addio modelle in copertina

0
285

donna_moderna_bcopertina.jpgNiente più super top model in copertina. Donna Moderna, il settimanale diretto da Patrizia Avoledo e Cipriana Dall’Orto, cambia e lancia, a partire dal numero in edicola domani, un nuovo modo di raccontare la moda e la bellezza. L’idea della direzione del periodico è quella di rendere protagoniste del giornale donne “comuni” che, con i loro pregi e le loro imperfezioni, fanno parte della quotidianità delle lettrici del settimanale. Addio quindi alle modelle da copertina: da domani Donna Moderna porta sotto i riflettori mamme, mogli, donne che lavorano e imprenditrici, che meglio rispondono ai bisogni e i valori emergenti del pubblico femminile. Donne di ogni età, origine e taglia diventeranno le protagoniste dei servizi di moda e bellezza del settimanale. Studentesse, donne in carriera, gente comune – immortalate da fotografi di eccellenza, tra cui Fabrizio Ferri, Gianpaolo Barbieri e Carole Bellaiche, renderanno sempre più ‘possibilè il sogno di indossare un bell’abito o di posare per un servizio esclusivo sulle ultime tendenze beauty. Il rinnovamento è dettato dall’esigenza di essere sempre più vicini alle proprie lettrici, alle loro aspettative, offrendo una risposta alla crescente domanda di verità, anche quando si parla di moda e bellezza, ma anche all’emergere di nuovi target, alla richiesta di contatto personalizzato e all’affermazione di un nuovo orgoglio femminile. Così ogni settimana una donna “vera” conquisterà la copertina della rivista. Si inizia già da oggi con tre donne, mamme e mogli, ma soprattutto lavoratrici ed imprenditrici, che hanno accettato di posare eccezionalmente per Donna Moderna: Antonella Rana, Olivia Toscani e Deborah Orlando. Per diventare una delle protagoniste dei prossimi numeri del settimanale Donna Moderna lancia inoltre online un casting aperto alle donne “vere” di tutta Italia: per partecipare è possibile caricare su www.casting.DonnaModerna.com la propria foto e video (dal 30 giugno 2011). “Donna Moderna non rinuncia alla sua missione: facilitare la vita delle lettrici – hanno dichiarato i due condirettori Patrizia Avoledo e Cipriana Dall’Orto – resta un giornale problem solving ma, per questo, dobbiamo essere pronte a cogliere i segnali dei cambiamenti, oggi sempre più veloci, nella vita delle donne. Donne cresciute, sicure, esigenti e desiderose di essere protagoniste”.