“Downtown Abbey” trova il suo erede. “The Gilded Age” dal 21 marzo su Sky

0
300
La locandina di The gilded age - Foto u.s. Sky

Dopo i successi ottenuti con Belgravia e soprattutto Downtown Abbey, lo sceneggiatore premio Oscar Julian Fellowes dà vita ad un’altra serie tv ambientata in un lontano passato, The Gilded Age, che debutterà il 21 marzo su Sky Serie ed in streaming su Now. L’attesissimo “period drama” targato HBO si colloca nella New York di fine ‘800, in una società fortemente caratterizzata dal conflitto tra tradizione e modernità e da una nuova borghesia sempre più alla ribalta, spinta anche dal boom delle rivoluzionarie tecnologie che segnarono quegli anni.

La protagonista della storia è la giovane Marian Brook (interpretata da Louisa Jacobson Gummer), aspirante scrittrice che nel 1882, a seguito della morte del padre, decide di dare una svolta alla propria vita ed abbandonare quindi la Pennsylvania per trasferirsi a New York City. Ad ospitarla sono le sue ricche e aristocratiche zie Agnes van Rhijn e Ada Brook, donne orgogliose e decisamente restie ad abbandonare i retaggi nobiliari ereditati dal passato. Ben presto Marian si ritroverà coinvolta in una guerra senza esclusione di colpi tra una delle sue zie, incarnazione vivente della tradizione, e i suoi nuovi ricchissimi vicini, il magnate dell’industria ferroviaria George Russell e la sua ambiziosa moglie Bertha, rappresentanti di quell’alta borghesia che stava rapidamente scalando la gerarchia della società americana dell’epoca. A cavallo di un mondo affacciato verso una modernità ormai imminente, cosa sceglierà Marian? Seguirà le regole sociali prestabilite o costruirà da sola la propria personalissima strada?