E-commerce, Antitrust: procedimento vs StockX, presunte pratiche commerciali scorrette

0
222
Foto da ufficio stampa Agcm.

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha avviato un procedimento istruttorio nei confronti di StockX LLC, gestore del sito stockx.com/it-it/ che permette agli utenti di acquistare e vendere beni di consumo, soprattutto scarpe da ginnastica, streetwear, articoli da collezione, prodotti elettronici, borse e orologi. L’avvio del procedimento è stato disposto per accertare la sussistenza di presunte condotte scorrette riguardo: a) alla totale assenza, nel corso del processo di offerta/acquisto dei prodotti commercializzati sulla piattaforma, di qualsiasi indicazione sull’identità del venditore. Si tratta di una circostanza che potrebbe indurre a considerare la piattaforma stessa la controparte contrattuale del consumatore; b) all’ingannevole presentazione del prezzo di vendita dei prodotti, visto che StockX non indica, fin dall’inizio del processo di offerta/acquisto, l’ammontare delle commissioni di elaborazione richieste agli acquirenti che di solito appaiono addebitate ai consumatori e vengono aggiunte al prezzo inizialmente indicato; c) all’assenza di chiarezza delle informazioni circa: i) l’identità dei professionisti che operano sulla piattaforma in qualità di venditori; ii) i loro recapiti (indirizzo, fax, telefono, ecc.), quando disponibili, per consentire al consumatore di contattarli rapidamente e di comunicare in modo efficace; iii) la garanzia legale di conformità e il diritto di recesso, che non consentono ai consumatori di individuare ed esercitare agevolmente i propri diritti contrattuali. Lo scrive una nota dell’Antitrust.

Approfondimenti