Elements of AI. Cotec porta in Italia il corso di alfabetizzazione sull’intelligenza artificiale

0
368

L’intelligenza artificiale pervade la nostra società in ogni ambito e settore. Una tecnologia che combina e fa interagire dati, algoritmi e computer e che negli ultimi anni ha avuto un progresso eclatante. Sono ancora molte le persone che, sebbene abbiano a che fare quotidianamente con questa tecnologia, non sanno esattamente di cosa si tratti. Per questo motivo la Fondazione Cotec, con la partnership accademica dell’Università degli studi Roma Tre, ed il sostegno della ministra per l’Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione Paola Pisano, ha presentato stamattina in un webinar gratuito, il corso online “Elements of AI”.

Il percorso di lezioni è uno strumento gratuito, per incoraggiare un numero più ampio possibile di persone ad imparare cos’è l’intelligenza artificiale: funzionamento, applicazioni e potenziali benefici. L’obiettivo è quello di dare la possibilità a tutti i cittadini di partecipare alla grande rivoluzione dell’intelligenza artificiale, attraverso uno strumento innovativo e liberamente accessibile. Aumentare le competenze digitali dei cittadini, per sviluppare insieme il sistema operativo del Paese.

Elements of AI – Elementi di intelligenza artificiale è la versione italiana del progetto creato dall’Università di Helsinki e dalla società Reaktor, su mandato del governo finlandese in collaborazione con la Commissione Europea, per sviluppare le competenze dei cittadini in quest’ambito. Il progetto è già presente in 12 paesi europei, e mira ad essere disponibile in tutte le lingue ufficiali dell’Unione europea entro la fine del 2021. Il corso è gratuito ed è pensato per consentire la più ampia fruizione a chiunque fosse interessato ad approfondire queste tematiche. Nella sua interezza “Elements of AI” è composto da 6 capitoli, per un totale di circa 60 ore di lezione. Ai partecipanti sarà rilasciato un attestato e gli studenti universitari potranno richiedere all’Università degli Studi Roma Tre anche una certificazione che abiliterà al rilascio di crediti formativi.

L’iniziativa è stata presentata in una conferenza stampa in streaming a cui hanno partecipato la ministra per l’Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione, Paola Pisano, il presidente della Fondazione Cotec, Luigi Nicolais, il rettore dell’Università di Roma Tre, Luca Pietromarchi, il professore straordinario della Facoltà di Teologia della Pontificia università gregoriana, Paolo Benanti, il professore ordinario di Istituzioni di diritto pubblico presso il dipartimento di giurisprudenza dell’Università degli studi Roma Tre, Carlo Colapietro, il presidente della Pontificia Accademia per la Vita, Vincenzo Paglia, il presidente di Fondazione ISI, Mario Rasetti, e la responsabile digital delivery unit di Eni, Alessandra Fidanzi.

La mistra Pisano, nel ribadire il suo sostegno al progetto, ha ricordato come l’intelligenza artificiale sia qualcosa di molto più vicino a noi di quanto si possa credere, ed ha voluto sottolineare come l’AI non sia soltanto nelle playlist musicali personalizzate, nei semafori intelligenti o nei suggerimenti di amicizia dei social network, ma oltre questa facciata “ci sono regole, dinamiche sui criteri apprendimento e valutazione che compongono una branca delle nuove tecnologie con regole e sistemi spesso non conosciuti dagli esperti di altre tecnologie”. Per questo “le istituzioni, le università, le scuole, devono avere il compito di portare i cittadini a conoscere cosa c’è al di la di queste facciate”.

Di seguito riportiamo la registrazione della conferenza stampa:

ELEMENTS OF AI

Approfondimenti