“Errore materiale”. L’Antitrust fa lo sconto ad Amazon e Apple

0
199
Il presidente dell'Antitrust, Roberto Rustichelli - Foto da Ufficio stampa Agcm

L’antitrust fa lo sconto ad Amazon e Apple. L’Autorità garante per la concorrenza e il mercato ha ridotto le sanzioni comminate lo scorso mese di novembre alle due Ott americane rispettivamente di 20 e 10 milioni di euro. Le multe, comminate per abuso di posizione dominante, ammontavano originariamente a 134,5 milioni di euro per Apple ed a 68,7 per Amazon e sono state adesso riconsiderate per “un errore materiale”. Inoltre, l’Antitrust ha anche modificato il termine per il pagamento delle sanzioni amministrative, portando la scadenza da 30 a 90 giorni dalla notificazione del provvedimento.

Errore materiale che rappresenta un bel risparmio per le due multinazionali e che gli permette di pagare con più comodo le sanzioni. La notizia è apparsa sul bollettino pubblicato dall’Autorità garante. Alla base dei provvedimenti, si legge nella nota, il fatto che l’Antitrust avesse ravvisato nella condotta di Apple e Amazon un’intesa restrittiva della concorrenza. Basata su clausole contrattuali che, per l’authority, avrebbe comportato un impedimento ai rivenditori Apple e Beats per accedere ai servizi di intermediazione della piattaforma di e-commerce più grande del pianeta.

Amazon aveva già contestato duramente la multa a novembre e aveva annunciato ricorso. Vedremo se lo sconto farà cambiare idea al colosso dell’e-commerce o se il ricorso andrà avanti.

Approfondimenti