Eurovision 2022, Rimini rilancia e Torino risponde

0
1154
La vittoria dei Maneskin all'Eurovision 2021 - Foto da streaming

Rimini non vuole lasciarsi scappare l’opportunità di ospitare la prossima edizione dell’Eurovision Song Contest. Come riportato da la Repubblica infatti, la città romagnola avrebbe rilanciato mettendo sul piatto un contributo economico di oltre 6 milioni di euro per convincere Rai ed EBU a preferirla alle dirette concorrenti Milano, Bologna, Pesaro e Torino. Proprio il capoluogo piemontese, che con il suo PalaAlpitour pare essere al momento il favorito per organizzare la kermesse, sta già intavolando la controffensiva con un’offerta che andrebbe a sfiorare i 7 milioni. Per raggiungere tale obbiettivo il Comune ha predisposto una base di tasca propria e contattato allo stesso tempo Regione, Camera di Commercio, enti locali ed associazioni territoriali allo scopo di aggiungere altri fondi.

Ancora pienamente in corsa anche le altre tre città, con Milano che mette in campo come location il Palazzo delle Scintille, Bologna il padiglione 37 delle Fiere e Pesaro l’arena Vitifrigo. La decisione definitiva di Rai ed EBU, inizialmente prevista per i primi giorni di settembre, dovrebbe a questo punto giungere entro inizio ottobre. Non si escludono quindi, da qui ai prossimi giorni, ulteriori nuove offerte al rialzo da parte delle cinque candidate.