Ezio Mauro resta a Repubblica. “Dopo 20 anni ho un obbligo di riconoscenza”

0
357

Ezio Mauro spiega con una questione di riconoscenza la scelta di restare a Repubblica invece di seguire il suo vecchio editore Carlo De Benedetti al Domani. “Come facevo a lasciare un giornale in cui ho lavorato 20 anni – ha spiegato l’ex direttore di Repubblica e La Stampa ai microfoni di Tv2000 -, tre anni prima a Mosca e ho continuato a lavorare 5 anni dopo la direzione. Ma soprattutto le 400 persone che hanno lavorato con me per 20 anni accompagnandomi in tutti i percorsi che decidevo di intraprendere. Credo di avere qualche obbligo nei confronti di queste persone”. La lunga intervista a Ezio Mauro andrà in onda durante il programma Soul di Tv2000, domenica prossima 31 gennaio alle 20.50.