Fabrizio Salini chiede udienza all’azionista Rai

0
922

All’indomani del voto delle regionali una bella passeggiata in Via XX Settembre. Lunedì 27 gennaio l’amministratore delegato della Rai, Fabrizio Salini, incontrerà il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri. Un summit con l’azionista Rai – a quanto apprende Lo Specialista – chiesto proprio dal settimo piano di Viale Mazzini. Un modo per Salini (giunto alla metà del suo mandato triennale cominciato sotto i vessilli giallo-verdi di un altro governo) per fare il punto della situazione, per confrontarsi su quelle che fin qui sono state le criticità e per concordare una linea comune di azione. Ma soprattutto per avere qualche rassicurazione dal nuovo azionista sul suo futuro: le voci di una sua revoca da parte del governo, infatti, rimbalzano con cadenza ormai quotidiana dal Nazareno.

IL CADEAU – Salini ha perso il suo principale “sponsor” in casa 5Stelle. Quel Luigi Di Maio che lo ha indicato a luglio 2018; e ha i fucili puntati contro del Partito Democratico, di Italia Viva e della Lega. E non si può certo dire che il suo rapporto col presidente Marcello Foa goda ottima salute. Un incontro – quello con Gualtieri – al quale sembra che Salini si presenterà con un cadeau: la promessa che giovedì 30 gennaio porterà le nomine dei direttori dei telegiornali in cda. Quali? Giuseppina Paterniti al Tg1; Mario Orfeo al Tg3; Giuseppe Carboni a Rainews24 e Antonio Di Bella alla direzione approfondimento. Ma è solo una promessa: quelle nomine sono editoriali e le deve approvare il cda a maggioranza. Salini dovrà negoziare…

Approfondimenti