Facebook assume in Europa: 10mila persone in 5 anni. Daranno vita al Metaverso

0
358
La sede di Facebook a Menlo Park - Foto di Anthony Quintano da https://www.flickr.com/

Facebook punta sull’Europa e annuncia la creazione di 10mila posti di lavoro nel vecchio continente nei prossimi 5 anni. Assediata in patria su più fronti, dalle denunce dell’ex dipendente Frances Haugen fino ai problemi con l’antitrust per la gestione dei dati personali, passando per il down dei server che ha causato la perdita di milioni di dollari in borsa, da Menlo Park rilanciano investendo oltreoceano.

Le assunzioni, hanno annunciato Nick Clegg, vice presidente Global affairs, e Javier Olivan, vice presidente Central product services, serviranno per sviluppare il progetto “Metaverse” che nella visione di Mark Zuckerberg rappresenterà il futuro della socialità online.

Che cos’è il Metaverso – Un incrocio tra second life e la realtà aumentata, The Metaverse è la grande sfida per il futuro lanciata da Facebook. La nuova frontiera di Internet che nella mente di Zuck dovrebbe essere un vero e proprio mondo virtuale in cui gli utenti, grazie ai loro Avatar, vivranno una seconda vita interattiva e multimediale. Un’innovazione che porterà trasformazioni nel gaming ma anche nelle abitudini lavorative, come anticipato da Horizon Workrooms, uno strumento lanciato qualche mese fa e che può considerarsi il precursore del Metaverso. Workrooms permette di lavorare in un ambiente virtuale condiviso in cui si interagisce con il movimento delle mani.

Per dar vita al Metaverso, servono “ingegneri altamente specializzati” scrivono i vertici di Menlo Park annunciando l’investimento. In questa ricerca, si legge ancora, l’Europa “sarà messa al centro dei nostri piani per aiutare a costruire il Metaverso che ha il potenziale di aiutare a sbloccare l’accesso a nuove opportunità creative, sociali ed economiche”.

“L’Europa – dichiara Luca Colombo, Country Director di Facebook Italia – è estremamente importante per Facebook, questi posti di lavoro sono parte del nostro continuo investimento nella regione e un voto di fiducia nella forza dell’industria tecnologica europea e nel potenziale del talento tecnologico europeo, anche qui in Italia. Facebook è all’inizio di un percorso entusiasmante per contribuire a costruire la piattaforma informatica del futuro, e saranno i talenti europei a plasmarla fin dall’inizio”.

Facebook si rivolge all’Ue – “Per far nascere tutto questo – concludono Clegg e Olivan sarà necessaria la collaborazione e la cooperazione tra aziende, sviluppatori, creator e politici”. Per questo l’Unione europea avrà “un ruolo importante da svolgere nel definire le nuove regole di internet”. I “politici europei – aggiunge Facebbok – sono in prima linea nell’aiutare a includere valori europei come la libertà di espressione, privacy, trasparenza e i diritti delle persone, nel funzionamento quotidiano di internet. Facebook condivide questi valori e nel corso degli anni abbiamo intrapreso azioni significative per sostenerli. Speriamo nel completamento del mercato unico digitale per sostenere ulteriormente gli attuali punti di forza dell’Europa, così come la stabilità sui flussi di dati internazionali che sono essenziali per una fiorente economia digitale”.

Approfondimenti