Facebook business – La rassegna del 30 aprile

0
215

Facebook, trimestre con un +48% (Italia Oggi p.17). I ricavi del social network salgono a 22 miliardi. Incertezze sul fronte regolatorio in Ue. La pubblicità su del 46%: aumento di prezzi e inserzioni. Il gruppo Facebook, che significa, appunto, il social media Facebook ma pure Instagram, Whatsapp e Messenger, ha chiuso il trimestre gennaio-marzo 2021 con ricavi complessivi pari a 26,171 miliardi di dollari (21,74 miliardi di euro), con una crescita pazzesca del 48% rispetto allo stesso periodo del 2020. Boom trascinato quasi tutto dalla pubblicità, che per Facebook vale 25,439 miliardi di dollari (21,132 miliardi di euro) e che sale del 46% sul primo trimestre 2020. Insomma, gli universi controllati da Mark Zuckerberg continuano a idrovorare le risorse pubblicitarie del sistema mondiale nonostante la grande concorrenza di Google (che, come abbiamo visto su ItaliaOggi di ieri, nel primo trimestre 2021 ha incassato oltre 37 miliardi di euro in advertising, con una crescita del +32,3%) e i pericoli sul fronte regolatorio in Europa. Peraltro Facebook diventa sempre più redditizio: risultato operativo pari a 11,3 miliardi di dollari nel trimestre (+93%) e utili per 9,5 miliardi di dollari (+94%), con 1,88 miliardi di utenti attivi al giorno nel marzo 2021 (+8%) e 2,85 miliardi di utenti attivi mensili (+10%). Spiegano i vertici di Facebook che “la crescita della raccolta pubblicitaria è dovuta a un incremento del 30% del prezzo medio per annuncio, e al +12% nel numero di annunci pubblicitari diffusi”.