Facebook: guerra col fisco australiano – a cura di Telpress

0
83
Foto da Canva.com

Facebook Australia salda con il fisco: 24 mln di dollari per chiudere il 2021 (Italia Oggi p.45). La cifra è ritenuta bassa per il colosso, che ha quasi raddoppiato i suoi profitti. Secondo i risultati finanziari depositati presso l’autorità australiana di regolamentazione delle imprese, Facebook, avrebbe generato profìtti prima delle imposte per 61,1 milioni di dollari, rispetto ai 37,9 milioni dell’anno precedente. I ricavi pubblicitari totali sarebbero cresciuti a 1,1 miliardi di dollari da 712,7 milioni, ma i conti mostrano che la maggior parte di questo denaro sarebbe stato inviato all’estero. Dopo aver raddoppiato i profìtti, Facebook Australia avrebbe infatti trasferito quasi un miliardo di dollari di entrate pubblicitarie locali a una filiale internazionale. Le aziende come Facebook, ora meta, pagano tasse sui profitti e non sulle entrate. Tuttavia, la big tech avrebbe attirato forti critiche per aver incanalato il denaro generato in Australia attraverso filiali offshore per ridurre i propri profitti locali e ridurre al minimo le tasse.

Approfondimenti