Facebook: in Italia è tempo di registrazione (e Blue Badge) per i giornalisti

0
772
Foto by William Iven on Unsplash

Anche i giornalisti italiani avranno la possibilità di registrarsi a Facebook. Una funzione che offre la possibilità, per chi lavora per una testata giornalistica come dipendente o freelance, non solo di registrarsi al social network ma anche di accedere a funzionalità di sicurezza che aiutano a proteggere ulteriormente il proprio profilo e l’account Instagram collegato. A spiegarlo è proprio una nota di Facebook. Ai giornalisti registrati, il social fornirà l’accesso a CrowdTangle Search (una piattaforma di analisi) e la possibilità di richiedere il Blue Badge di verifica. La registrazione è volontaria, si può visitare la pagina dedicata nel Centro Assistenza di Facebook e cliccare su questo link: https://www.Facebook.com/journalist_registration/opt-in. Lanciata a giugno 2020 inizialmente in Usa, Messico, Brasile e Filippine, la Registrazione per i Giornalisti viene così estesa ad altri Paesi, tra cui l’Italia, con alcuni aggiornamenti rispetto al lancio. Può da oggi registrarsi chi possiede i seguenti requisiti: lavorare per una testata giornalistica registrata come pagina di notizie su Facebook (si può dimostrare fornendo un indirizzo email professionale che corrisponde al dominio della testata giornalistica); per i freelance, fornendo il link a cinque articoli che accreditano la persona come autore o collaboratore di una testata registrata come pagina di notizie su Facebook oppure un link alla propria biografia sul sito della testata o dell’editore. “La registrazione rappresenta l’impegno di Facebook per poter meglio sostenere i giornalisti sulla propria piattaforma – spiega la società – continueremo a lavorare con le testate giornalistiche, gli accademici e le imprese per trovare altri modi per supportare i giornalisti registrati”.

Approfondimenti