#Facebook limita le azioni degli under 15: servirà l’ok dei genitori

0
181

In mancanza del permesso, ai ragazzi sarà dunque impossibile utilizzare “tutti gli aspetti di Facebook”, incluso l’usufruire delle inserzioni sulla base dei dati dei partner e l’includere nel loro profilo le opinioni religiose e politiche. Tutti gli aggiornamenti – spiega Tgcom24.mediaset.it – saranno poi estesi al resto del mondo. Le nuove norme prevedono protezioni per i teenager sulla pubblicità e limitazioni alle informazioni condivise come la città natale o il compleanno. Al momento non è possibile iscriversi alla piattaforma, così come a molti altri social, se si è al di sotto dei 13 anni. Riconoscimento facciale facoltativo – Sempre in vista dell’entrata in vigore della nuova normativa europea sulla privacy, il riconoscimento facciale sul social sarà facoltativo. “Stiamo dando ai cittadini europei e canadesi la scelta di attivare o meno l’opzione. L’utilizzo del riconoscimento facciale è completamente facoltativo per chiunque su Facebook”, ha spiegato la società in un documento ufficiale. L’aggiornamento sarà disponibile a partire da questa settimana in Europa e poi sarà esteso al resto del mondo, Stati Uniti compresi. Le “protezioni speciali” saranno valide per tutti i teenager, indipendentemente dalla loro posizione geografica. Il social ha poi precisato che disabiliterà anche “il riconoscimento facciale per chiunque abbia meno di 18 anni”. “Nel corso di quest’anno – ha concluso Facebook – presenteremo un nuovo centro globale di risorse online dedicato ai ragazzi e faremo più educazione per rispondere alle loro domande più comuni sulla privacy”.