Fcp-Assointernet. A Gennaio 2021 prosegue la ripresa degli investimenti pubblicitari su Internet

0
156
Foto di Falkenpost da Pixabay.

Inizia bene il 2021 della pubblicità su internet. Proseguendo l’onda lunga della crescita degli investimenti registrata nel secondo semestre 2020, i dati di Gennaio rilevati dalla società Reply nell’ambito dell’Osservatorio Fcp Assointernet, registrano una crescita del +0,6% rispetto allo stesso mese del 2020. In termini assoluti gli investimenti sul settore digitale sono stati 26 milioni e 613 mila euro con un incremento di 149 mila euro.

Un dato che conferma un trend e che acquista più valore se si considera il contesto in cui si inserisce: uno scenario caratterizzato da una grande incertezza, con l’emergenza epidemiologica ancora in corso ed un quadro politico che proprio a gennaio ha vissuto la fase più critica, prima che si avviasse l’attuale processo di “stabilizzazione”. “Da quanto sopra descritto – commenta Giorgio Galantis, presidente Fcp Assointernet -, possiamo ritenere che il gennaio di quest’anno sia stato interessato da un quadro complessivo meno favorevole per gli investimenti pubblicitari rispetto a quello che ha caratterizzato lo stesso periodo dell’anno precedente”.

Analizzando nello specifico gli investimenti in base ai device si confermano anche a gennaio 2021 gli ottimi risultati generati dagli smartphone su cui gli investimenti sono cresciuti del +4,1% rispetto a Gennaio 2020, raggiungendo i 9 milioni 709 mila euro. Risultato che va a bilanciare la perdita dell’1,3% degli investimenti su desktop e tablet.

Andando sui singoli settori merceologici degli investimenti si registra l’andamento positivo di una pluralità di comparti quali: Abbigliamento, Distribuzione, Finanza/Assicurazioni, Edilizia, Abitazione.

L’unico dato negativo è quello fatto segnare dalle app che, nell’andamento degli investimenti pubblicitari per modalità di fruizione, registrano un calo -8,0&% rispetto allo stesso mese del 2020. Va meglio alla fruizione da browser che cresce nel primo mese del 2021 dell’1,1%-

Guardando al futuro “in termini prospettici – commenta Galantis – permane e si rafforza la consapevolezza del ruolo fondamentale che svolge il comparto digitale nell’ambito della comunicazione delle aziende, a prescindere dalla loro dimensione e settore di appartenenza. Certamente sarà da verificare concretamente in quanto tempo e con quali modalità si potrà ricostruire progressivamente nel paese un clima di maggior fiducia, presupposto fondamentale per l’attuazione da parte delle aziende dei propri programmi di investimento”.

Approfondimenti