“FeST”, il festival delle serie tv torna dal 24 al 26 settembre

0
93
(L-R): Willie Jack (Paulina Alexis), Elora Danan Postoak (Devery Jacobs), Bear (D’Pharaoh Woon-A-Tai), Cheese (Lane Factor) in RESERVATION DOGS.

Dal 24 al 26 settembre andrà in scena alla Triennale di Milano la terza edizione di FeST, il festival dedicato esclusivamente alle serie tv. Nato nel 2018 con l’intento di celebrare e raccontare le serie attraverso i protagonisti e gli esperti, si è imposto nel corso degli anni come un appuntamento di grande rilievo per gli appassionati e i professionisti del settore. L’edizione 2021, incorniciata con il tema “Crafting Worlds”, avrà il compito di intrecciare serie tv e tematiche della realtà, costruendo un dialogo su varie questioni sociali e di attualità. Una tre giorni ricchissima di contenuti, con incontri, talk, performance, experience e proiezioni dedicate ai titoli seriali più seguiti.

Tra gli ospiti che si alterneranno sul palco principale, attori, registi, personaggi dello spettacolo, produttori, imprenditori, broadcaster ed altre importanti personalità legate alla filiera dell’audiovisivo. Tra i volti celebri del cinema e della tv, solo per citarne alcuni, saranno presenti Alessandro Gassman, Luciana Littizzetto, Vanessa Incontrada, Salvatore Esposito, Alessandro Roja e Vittoria Puccini. Fra le grandi novità di quest’anno la nascita dei Serial Awards, i premi esclusivamente dedicati alle serie tv italiane, che verranno assegnati domenica 26 settembre durante la serata conclusiva della manifestazione. A decretare i vincitori una giuria composta da esperti e professionisti del settore, che nel corso degli ultimi mesi hanno espresso le proprie votazioni per le varie categorie: Premio Interprete protagonista, Premio Interprete non protagonista, Premio Regia, Premio Writers’ Room, Premio Soundtrack, Premio Look and Feel,  Premio Serie scripted dell’anno, Premio Serie unscripted dell’anno,  Premio Serie Kids dell’anno, Premio Cattiveria “Ha fatto anche cose buone”, Premio “How You Doin’?” alla migliore catchphrase/citazione, Premio “Best Kiss e”Premio “Real Estate” alla casa più bella.

“Con il tema Crafting Worlds si pone l’accento sulla costruzione artigianale di mondi narrativi capaci di rappresentare, attraverso la fantasia o plasmando la realtà, il mondo in cui abitiamo ogni giorno” – ha spiegato la Direttrice artistica di FeST Marina Pierri – “Mai come in questo momento, alle prese con una pandemia che ha scosso forse per sempre l’immaginario collettivo, Crafting Worlds significa anche costruire mondi migliori. Le nostre case, i nostri quartieri, le nostre città o nazioni, i nostri spazi digitali e il nostro pianeta chiedono a gran voce di essere reinterpretati, rivalutati, rivisitati per un domani basato su rispetto, parità e uguaglianza. Ciò significa ricominciare dall’immaginazione e dall’ascolto attivo dei desideri e dalle necessità della collettività, con enfasi sulla pluralità e l’inclusione che costituiscono da sempre il DNA di FeST”.