Festival di Cannes 2021, svelata la Selezione Ufficiale. In concorso anche Nanni Moretti

0
244
Nanni_Moretti_Cannes_2015. Foto Wikimedia Commons

Tutto pronto per la 74esima edizione del Festival di Cannes, la prestigiosa manifestazione cinematografica che presenta i film europei (e non solo) più apprezzati dell’anno, assegnando gli ambiti premi tra cui la Palma d’oro per il miglior film. Stamane sono stati rivelati in conferenza stampa il programma e la Selezione Ufficiale delle pellicole protagoniste della kermesse, che torna in scena dopo la cancellazione dello scorso anno, causa pandemia. Si svolgerà in presenza dal 6 al 18 luglio. Tra i graditissimi volti del cinema internazionale che daranno lustro al Festival, spiccano già alla vigilia i nomi di Spike Lee, che presiederà la giuria, e di Jodie Foster, alla quale sarà consegnata la Palma d’oro alla carriera.

Quanto ai film selezionati, la sezione Concorso si compone di ben 24 titoli, con Nanni Moretti unico rappresentante italiano con il suo Tre Piani. La pellicola, ispirata all’omonimo romanzo dell’israeliano Eshkol Nevo, è incentrata sulle vicende degli abitanti di un condominio, tra problemi familiari ed intrecci inaspettati. Il cast è di altissimo livello, con lo stesso Moretti affiancato, tra gli altri, da Margherita Buy, Riccardo Scamarcio, Alba Rohrwacher ed Adriano Giannini. Se il regista romano, già vincitore della Palma d’oro al miglior film nel 2001 con La stanza del figlio, è di fatto il solo nostro connazionale in corsa, c’è però da dire che un tocco di Italia è presente anche in altri film, in relazione alla produzione. Oltre allo stesso Tre Piani infatti, ci sono altri due titoli in concorso ad essere stati coprodotti da Rai Cinema. Uno è The Story Of My Wife dell’apprezzata regista ungherese Ildikó Enyedi, nel cui cast internazionale compaiono anche Sergio Rubini e Jasmine Trinca. L’altro è  Par un Demi Clair Matin di Bruno Dumont, coproduzione internazionale di Francia, Italia, Germania e Belgio, nel quale la protagonista è una giornalista che deve conciliare gli impegni sul set televisivo e la frenetica vita familiare.

Ancora tra i film della sezione Concorso, spicca poi l’ultimo lavoro di Wes Anderson, ovvero The French Dispatch. Ambientato nella redazione di una rivista culturale americana con sede in una cittadina francese, conta su un gruppo di interpreti stellare in cui compaiono, solo per citarne alcuni, Frances McDormand, Benicio Del Toro, Adrien Brody, Tilda Swinton, Timothée Chalamet, Jeffrey Wright, Owen Wilson e Bill Murray.

Ecco quindi di seguito tutti i film selezionati nelle varie categorie:

Concorso

Annette di Leos Carax

Benedetta di Paul Verhoeven

Tout s’est bien passé di Francois Ozon

A Hero di Asghar Farhadi

Memoria di Apichatpong Weerasethakul

Nitram di Justin Kurzel

Par un Demi Clair Matin di Bruno Dumont

Petrov’s Flu di Kirill Serebrennikov

Red Rocket di Sean Baker

Flag Day di Sean Penn

The French Dispatch di Wes Anderson

Tre Piani di Nanni Moretti

Titane di Julia Ducournau

The Worst Person in the World di Joachim Trier

Casablanca beats di Nabil Ayouch

Compartment NO.6 di Juho Kuosmanen

La fracture di Catherine Corsini

Ahed’s Knee di Nadav Lapid

Bergman Island di Mia Hansen-Løve

Paris, 13th District o Les Olympiades di Jacques Audiard

Red Rocket di Sean Baker

The Restless o Les Intranquilles di Joachim Lafosse

The Story of My Wife di Ildikó Enyedi

Lingui di Mahamat-Saleh Haroun

Un Certain regard, sezione dedicata a pellicole che si contraddistinguono per originalità dei contenuti o dello stile

After Yang di Kogonada

Blue Bayou di Justin Chon

Bonne Mère di Hafsia Herzi

Commitment Hasan di Hasan Semih

Freda di Gessica Généus

House Arrest di Alexey German Jr.

The Innocents di Eskil Vogt

Lamb di Valdimar Jóhansson

Moneyboys di B.C Yi

Noche de Fuego di Tatiana Huezo

Un Monde di Laura Wandel

Fuori concorso

Aline, the Voice of Love di Valerie Lemercier

Babi Yar. Context di Sergei Loznitsa

Bac Nord di Cédric Jimenez

Emergency Declaration di Han Jae-Rim

De son vivant di Emmanuelle Bercot

Stillwater di Tom McCarthy

The Velvet Underground di Todd Haynes

Ed ancora le categorie speciali che completano il programma della manifestazione:

Proiezione di mezzanotte

Bloody Oranges di Jean-Christophe Meurisse

Proiezioni speciali

Black Notebooks di Shlomi Elkabetz

H6 di Yé Yé

Jane by Charlotte di Charlotte Gainsbourg

JFK: Through the Looking Glass di  Oliver Stone

Mariner of the mountains o O Marinheiro das Montanhas di Karim Aïnouz

Cannes première, nuova categoria dedicata, come spiegato dal Delegato Generale del Festival Thierry Fremaux, a quei film “che avrebbero potuto far parte della competizione ufficiale”

Cow di Andrea Arnold

Deception di Arnaud Desplechin

Hold Me Tight di Mathieu Almaric

In Front of Your Face di Hong Sang-soo

Love Songs for Tough Guys di Samuel Benchetrit

Mothering Sunday di Eva Husson

Approfondimenti