Fino a luglio Foa farà “tranquillamente” il presidente Rai

0
305

Il presidente Rai, Marcello Foa, può stare “tranquillo” fino al 3 luglio 2019. Solo allora, infatti, il Tar del Lazio si pronuncerà nel merito sulla legittimità della sua nomina a presidente della Tv di Stato. Il Tribunale amministrativo ha invece respinto la richiesta di sospensiva urgente della carica. L’iniziativa legale risale agli inizi del mese di novembre e ad innescarla è stata Rita Borioni. In particolare, nel mirino del consigliere Rai eletto in quota Pd c’è la nuova indicazione di Foa a presidente Rai da parte del cda del 21 settembre scorso, nonostante la bocciatura della Vigilanza del 1 agosto 2018. La Borioni non aveva chiesto al Tar la sospensiva urgente dei lavori nelle more del giudizio del giudice amministrativo, ma solo la sospensiva della carica di presidente. Per conoscere come finirà la storia dovremo attendere la prossima estate. Nel frattempo al settimo piano tra Foa e la Borioni sarà guerriglia. Ma soprattutto la spada di Damocle del Tar minaccerà il capo del cda fino all’estate.