Francia. Candidato all’Eliseo punta fucile contro i giornalisti. Bufera su Eric Zemmour

0
289
Un fotogramma del momento in cui Zemmour ha puntato il fucile contro i giornalisti - Foto da streaming

Non si placano le polemiche in Francia dopo il gesto provocatorio di Eric Zemmour, noto polemista di estrema destra e potenziale candidato alle presidenziali d’oltralpe, che la scorsa settimana, presenziando ad una fiera sulla sicurezza aveva puntato un fucile ad alta precisione contro i giornalisti.

Zemmour aveva recentemente detto di voler “levare potere” ai media e a quanto ha subito iniziato a mettere in pratica il suo intento, con questo gesto provocatorio, tanto ironico quanto fuori luogo. “Ora non ridete più, fate largo, indietreggiate”, ha detto con una risatina imbracciando un fucile in uso dalle teste di cuoio francesi e puntandolo simbolicamente contro i giornalisti. L’arma è stata poi rimessa a posto ma il gesto non ha fatto ridere nessuno.

Anzi, il video postato su Twitter dal giornalista dell’Obs Lucas Burel, è diventato subito virale, con oltre 2 milioni di visualizzazioni, e la vicenda è riportata da tutti i media scatenando tantissime reazioni. La prima è stata quella di Marlene Schiappa, sottosegretario alla Cittadinanza che, su twitter, ha scritto: “È orribile. Soprattutto dopo aver detto seriamente di ‘voler ridurre il potere dei media’. In una democrazia la libertà di stampa non è uno scherzo e non va mai minacciata”.

Per tutta risposta Zemmour ha risposto dando dell’imbecille, grottesca e ridicola alla Schiappa.
Nonostante le sue sparate Zemmour incrementa il suo consenso tra l’elettorato francese tanto che gli ultimi sondaggi già lo accreditano quale sfidante del presidente uscente Macron al ballottaggio.

Approfondimenti