Giornalisti: nel gruppo Riffeser 37 prepensionamenti e cassa per 18 mesi

0
750
Andrea Riffeser Monti. Foto da streaming

È ancora tempo di prepensionamenti e cassa integrazione nel gruppo Editoriale Nazionale, guidato dal presidente Fieg Andrea Riffeser Monti. Un gruppo che manda in edicola Il Giorno (28.073 copie diffuse tra carta e digitale ad aprile 2021), La Nazione (52.360 copie) e Il Resto del Carlino (76.872 copie). E che come Quotidiano Nazionale, con oltre 150 mila copie diffuse, è il terzo giornale più diffuso in Italia dopo Il Corriere della Sera e la Repubblica. Ci lavorano in totale – al netto dei 37 colleghi destinati al prepensionamento – 261 giornalisti ex articolo 1: 28 al Quotidiano Nazionale; otto al sito quotidiano.net; 86 a Il Resto del Carlino; 85 a La Nazione; 49 a Il Giorno; e cinque al multimediale. A loro si aggiungono 108 collaboratori fissi e corrispondenti (art 2 e art 12). E ora per tutti – collaboratori compresi – è tempo di nuovi ammortizzatori.

A fine giugno è stato firmato l’accordo sindacale. Dal 6 luglio 2021 al 5 gennaio 2023, sono previsti 37 prepensionamenti. Da settembre fino a dicembre tre giorni al mese di cassa per gli articoli 1, quindi un giorno al mese di cassa per tutto il 2022. E un mese a zero ore anche per i collaboratori. “Stampa Romana – si legge in un comunicato – non ha firmato e non firmerà accordi che prevedano la messa a riposo di colleghi il cui lavoro si esplica senza vincolo di orario proprio per la peculiarità delle mansioni svolte”.

Approfondimenti