Giuseppe Conte difende Fabrizio Salini: l’ad Rai “sta facendo bene”

0
858
Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte. Foto da governo.it

L’Azionista Roberto Gualtieri l’ha prima “ristorato” con 85 milioni e poi “sfrattato”, facendo capire che alla scadenza di mandato nella prossima primavera dovrà fare le valigie perché bisogna “voltare pagina”. In Parlamento non c’è giorno che un deputato o un senatore non alzi la mano per dargli una bacchettata. Qualcuno, poi, addirittura lancia una petizione con raccolta firme per sfiduciarlo. E su stampa e tv non mancano certo i giudizi critici. E poi – quando tutto sembra perduto ormai – arriva la “difesa” che non t’aspetti: quella del presidente del Consiglio. È quanto accaduto lunedì sera all’ad Rai, Fabrizio Salini. Lilli Gruber ospita Giuseppe Conte nello studio di “Otto e Mezzo” e gli chiede: “La Rai è nella bufera tanto per cambiare. Sembra – leggiamo e sentiamo – che l’amministratore delegato Salini verrà rimosso e sostituito. Ce lo conferma? E chi sarà il successore?” “Non lo confermo affatto – ha chiarito Conte – tra l’altro credo che stia facendo bene. C’è un problema di riforma della Rai, se ne parla da anni, sarebbe bene che le forze politiche di maggioranza – ma con il coinvolgimento delle opposizioni, perché stiamo parlando di un servizio pubblico – potessero lavorare a questo progetto riformatore. Possiamo lavorarci insieme. Dopodiché si porrà il problema di una nuova gornenance”. Quindi non solo Salini non si tocca, mangia il panettone e l’uovo di Pasqua. Ma se parte il progetto di riforma della governance, ci sarebbe pure aria di proroga…

Approfondimenti