Gli editori tedeschi dichiarano guerra a Google – a cura di Telpress

0
175
Foto di Simon da Pixabay

Privacy, La battaglia sui cookie. Gli editori tedeschi alla Ue: “Google non può bloccarli” (Repubblica p.22). Dal prossimo anno il colosso Usa impedirà ad altri soggetti di profilare gli utenti. “Agli editori va garantita la possibilità di chiedere ai propri lettori il consenso sui dati, senza che Google intercetti la decisione. Google deve rispettare il rapporto tra editori e utenti senza interferire”. Rivolta in Germania degli editori contro il più potente motore di ricerca del mondo. Centinaia di imprese e associazioni come quelle che riuniscono le aziende pubblicitarie (Zaw e Owm), i principali editori tedeschi (Bdzv, Vdz, Omg) e il gruppo Axel Springer (che pubblica il tabloid Bild e il giornale online Politico) hanno presentato una protesta formale alla Commissione Ue per impedire a Google di bloccare l’uso di cookies di terze parti per far aprire un’indagine formale che porti a una condanna e a una multa salata, che potrebbe valere fino al 10% del fatturato globale del colosso di Mountain View.