Glocal vince la sfida dell’edizione digitale: 200 mila visualizzazioni nei tre giorni di eventi

0
67
Un momento di un panel del Festival Glocal a distanza - Foto: Ufficio stampa Glocal

Si è chiuso con un successo in termini di contatti ed interazioni la nona edizione di Glocal, il festival del giornalismo digitale, andato in scena dal 12 al 14 novembre in versione totalmente digitale causa pandemia. Tutti gli incontri della manifestazione, trasmessi sulle pagine Facebook di Varesenews e Glocal e su YouTube, hanno fatto registrare oltre 180.000 visualizzazioni con 2.500 interazioni e 12.000 visualizzazioni su Youtube.

“Glocal tutto in digitale è stata una prova impegnativa ma è andata molto bene. Sono mancati i sorrisi, le strette di mano, gli scambi di opinioni dal vivo, ma non l’arricchimento professionale”. Marco Giovannelli, ideatore di Glocal e direttore di Varesenews, ha commentato così questa i numeri di questa edizione del tutto particolare e diversa dalle precedenti.

Tema centrale di Glocal quest’anno è stato proprio il ruolo dell’informazione in epoca di pandemia, ma oltre a questo si è parlato di molto altro: dall’editoria per bambini, all’uso dei dati per parlare di emergenza sanitaria; da come le aziende trattano la sostenibilità ambientale, economica e sociale, al giornalismo sportivo durante la pandemia.

Ottimi anche i risultati registrati dai diversi panel anche sugli altri canali social. Su Twitter le tre giornate live del festival sono state raccontate con oltre trecento tweet soltanto dal profilo ufficiale oltre a decine di interazioni con gli hashtag #glocal20 e #glocal2020 per un totale di oltre 78mila visualizzazioni.

Oltre 550 gli attestati assegnati dall’Ordine ai giornalisti che hanno seguito l’aggiornamento in diretta.

Anche le serate sono state seguite da casa con partecipazione: due gli appuntamenti quest’anno uno con l’intervista di Fabi a Marco Tarquinio direttore di Avvenire e l’altro con la diretta dedicata al filosofo Giulio Giorello condotta da Michele Mezza.

Anche l’edizione di “Blog Lab”, il laboratorio di giornalismo digitale organizzato con il sostegno del Consiglio Regionale della Lombardia, si è svolto “a distanza” con 80 studenti delle scuole superiori hanno partecipato e realizzato testi e video. Vincitrice di questa edizione la squadra degli “anticorpi” composta da Tommaso Lattanzio, Beatrice Monti, Alessia Ginelli, Giulia Vergani e Alice Pellai. Una vittoria che questi ragazzi del Liceo Da Vinci – Pascoli di Gallarate si sono aggiudicati dopo aver realizzato un lavoro originale e coordinato per spiegare questo anno così “fuori dal normale”. La mission di BlogLab, infatti, era quella di raccontare questo 2020 con gli occhi, le parole e la creatività dei più giovani e gli anticorpi lo hanno fatto immaginando una capsula del tempo trovata da un lettore del futuro.

Approfondimenti