Google preoccupa gli editori europei – Accade oggi 6 Marzo

0
325

Google, editori europei contro lo stop al tracking (Sole p.13, Italia Oggi p.20). Dopo l’annuncio di Google che dal prossimo anno cesserà la vendita di inserzioni basate sul tracking degli utenti web hanno espresso “seria preoccupazione” le associazioni degli editori Ue (Enpa ed Emma), appellandosi ai legislatori Ue affinché, con il disegno di legge sui mercati digitali presentata a dicembre (Digital Services ActDigital Markets Act), agiscano “per limitare il potere discrezionale delle piattaforme gatekeeper. Un cambiamento così radicale non deve essere deciso da un gigante tecnologico privato”. In pratica: smettendo di vendere le inserzioni pubblicitarie sulla base della navigazione degli utenti sui vari siti e puntando alla sostituzione di questo modello con uno nuovo chiamato Privacy Sandbox, generale e basato sul machine learning, “influenzerà il mercato pubblicitario e sconvolgerà il modello di business della stampa digitale”. Il tutto si tradurrebbe nella creazione di una “scatola nera” che manterrebbe le informazioni di mercato cruciali lontane da tutti gli attori del mondo dell’editoria digitale tranne Google. Che, primo a muoversi, avrebbe così il vantaggio di poter dettare regole e ritmi della nuova partita