Google, primo trimestre 2021 da sogno: +34% di ricavi. Ed il titolo vola

0
140
La sede di Google a Mountain View - Foto di Addy Osmani su https://www.flickr.com/

Google chiude i primi tre mesi del 2021 con numeri da sogno. I risultati della trimestrale di Alphabet, la holding che controlla BigG, dicono che i ricavi sono stati pari a 55,31 miliardi di dollari, in aumento del 34% rispetto a un anno prima. Numeri che indicano un profitto record per il terzo trimestre consecutivo e pari a 17,93 miliardi di dollari, in aumento del 162% rispetto a un anno prima.

Impatto monstre della pubblicità – Un successo dovuto in gran parte alla raccolta pubblicitaria che vale oltre l’80% dei ricavi di Mountain View e che, nel primo trimestre dell’anno, ha portato nelle casse di Google la cifra impressionante di otre 37 miliardi di euro, in crescita +32,3% rispetto allo stesso periodo del 2020. Uno strapotere in termini di pubblicità digitale che fa ancor più impressione se messo a paragone con i numeri, riportati da Claudio Plazzotta su Italia Oggi, del più grande player italiano in ambito pubblicitario, ovvero Mediaset che, nell’intero 2020, ha fatturato “solo” 2,6 miliardi di euro.

Il resto dei ricavi di BigG arriva dalla voce “altre attività” che valgono nel complesso 6,5 miliardi di euro. Anche questa voce in aumento del 46,4%. Chiude i ricavi “Google cloud”, ultima operazione di Mountain View, arrivata a fatturare quattro miliardi di dollari (+45,7%), ma ancora in rosso sebbene dimezzato rispetto al 2020 e con un risultato operativo negativo di 974 milioni di dollari.

Nel business spicca anche YouTube, che ha visto incrementare le revenue del 49% superando quota 6 miliardi di dollari.
La crescita esponenziale degli introiti di Google non va di pari passo con i dati occupazionali del colosso del web. La forza lavoro di Alphabet nel mondo è di “sole” 140 mila persone impiegate a fine marzo. Numeri in aumento del 13,7% rispetto allo stesso trimestre 2020 ma ancora molto ridotti rispetto alle dimensioni monstre del suo business.

E il titolo vola – I dati della trimestrale che fanno sorridere gli azioni ed il ceo Sundar Pichai, anche perché subito dopo la loro pubblicazione il titolo di Alphabet è volato in borsa con le azioni che hanno registrato un guadagno di oltre il 4% nell’AfterHours a Wall Street. Guadagno favorito dall’annuncio da parte di BigG di riacquistare 50 miliardi di dollari di azioni, grazie proprio a questi risultati eccezionali e alle eccellenti riserve di liquidità. Un modo per premiare gli azionisti che hanno continuato a rimanere fedeli alle ambizioni espansionistiche della società.

Approfondimenti