Guerra delle rassegne. Data Stampa sigla l’accordo sul copyright con gli editori

0
595

La “guerra delle rassegne stampa” segna un punto di svolta con l’accordo raggiunto tra Datastampa e Repertorio Promopress, la società che gestisce per conto della Federazione degli editori i diritti di riproduzione e comunicazione degli articoli di quotidiani e periodici nelle rassegne (vi aderiscono 64 Aziende editoriali con 381 testate ma non ne fanno parte Rcs, Sole 24 Ore e il gruppo Caltagirone). L’accordo siglato riconosce il diritto alla remunerazione degli editori per l’utilizzo dei loro articoli da parte delle agenzie per la realizzazione e la fornitura delle rassegne stampa ai propri clienti.

L’accordo sul riconoscimento del copyright era già stato siglato a Novembre scorso dall’Eco della stampa, l’altra grande agenzia di media monitoring italiana (insieme a Data stampa rappresentano il 70% del giro d’affari del mercato). Con l’adesione anche del principale competitor, gli editori hanno coperto il 90% del mercato chiudendo l’accordo con 19 diverse agenzie.

Gli accordi con le agenzie disciplinano la remunerazione, il contenuto, le modalità e le condizioni per la fornitura degli articoli pubblicati sulle testate cartacee e digitali aderenti al Repertorio per la realizzazione delle rassegne stampa.

Tali condizioni prevedono, tra l’altro, il limite al numero degli accessi messi a disposizione per ciascun singolo cliente, il quale potrà estendere a richiesta tale limite negoziando direttamente con Promopress.

Le intese raggiunte rappresentano il frutto di una nuova fase di dialogo tra le parti, dopo un contenzioso andato avanti per oltre10 anni e che ha portato nel corso del tempo a diversi procedimenti civili tutt’ora in corso, ricorsi e controricorsi a Tar e Consiglio di Stato, varie delibere dell’Agcom in cui si intimava di sospendere la riproduzione degli articoli di alcune testate. La strada verso la soluzione del problema è ancora lunga, anche perché da queste intese restano fuori realtà editoriali importanti come Rcs, Sole 24 Ore e il gruppo Caltagirone, che non aderiscono a Promopress, ma segnano un primo passo importante verso un meccanismo di licenze per l’utilizzo dei contenuti.

Di seguito riportiamo le 19 agenzie di media monitoring che hanno aderito all’accordo con gli editori: Assicom S.p.a, Cisia Progetti S.r.l., Data Stampa S.p.a., Emeropro99 S.a.s. di Franchina Salvatore & C., Infojuice (Euregio S.r.l.), Informat Press S.r.l., Pressclipping Italia S.r.l., Intermedia Service Soc. Coop., Italic Digital Editions S.r.l., Kantar Media S.r.l., L’Eco della Stampa S.p.a., Mediterraneo Comunicazione S.r.l., Mimesi S.r.l. (DBInformaton S.p.a.), P. Review S.r.l., Press Line S.r.l., PressToday (PressToday S.r.l.), Servizi Diffusionali S.r.l., Telpress Italia S.p.a., VoloPress (Volocom S.r.l.).

Approfondimenti