Guerra in Ucraina. Il cinema applica le sue “sanzioni”. Warner Bros, Disney e Sony sospendono uscita film in Russia

0
304
Photo by Jake Hills on Unsplash

Il mondo del cinema risponde all’invasione russa dell’Ucraina bloccando l’uscita dei film nei cinema di Mosca e di tutta la Federazione russa. Questa particolare “sanzione” è stata decisa dai grandi gruppi cinematografici Warner Bros, Disney e Sony.

Il blockbuster della Warner Bros “Batman”, spiega AdnKronos, sarebbe dovuto uscire venerdì nelle sale russe. Ma “alla luce della crisi umanitaria in Ucraina” WarnerMedia ha sospeso l’uscita del suo film in Russia.

Mossa simile da Disney, che ha ritardato l’uscita del film d’animazione Pixar “Red”, “a causa dell’invasione non provocata dall’Ucraina e della tragica crisi umanitaria”, aggiungendo che lavorerà con le sue organizzazioni non governative per fornire “aiuti urgenti e altra assistenza umanitaria ai rifugiati”.

Da parte sua, Sony ha comunicato alla Bbc di aver interrotto l’uscita del suo adattamento Marvel “Morbius” nel Paese, “data l’azione militare in corso in Ucraina e la conseguente incertezza e la crisi umanitaria che si sta verificando in quella regione”.

Approfondimenti