Guerra. UsigRai attacca: “Assenza tv pubblica da Mosca è un bavaglio”

0
225
La sede Rai di Viale Mazzini. Foto da streaming

“Da oltre dieci giorni la Rai non trasmette corrispondenze dalla Federazione Russa. Dopo che le principali televisioni europee hanno ripreso a trasmettere regolarmente da Mosca e anche i maggiori quotidiani italiani informano dalla Capitale della Federazione Russa con i loro inviati sul posto, la Rai continua a non informare su cosa accade dall’altra parte del conflitto”. La denuncia è dell’UsigRai che, in un comunicato stampa, attacca il settimo piano di Viale Mazzini: “Ormai lo stop ai servizi giornalistici dalla sede di Mosca più che di un provvedimento cautelare a tutela dei giornalisti del servizio pubblico assume la forma di un bavaglio imposto dall’Ad Fuortes e dai vertici aziendali su improprie pressioni arrivate dai partiti a danno di uno storico e prestigioso presidio giornalistico della nostra azienda”.

Approfondimenti