Guerra, Zelensky stravince in comunicazione – a cura di Telpress

0
280

Creativi e vecchi amici: le armi di Zelensky nella guerra dei media. Appelli e selfie: eroe (anche) social (Repubblica p.6, Corriere p.11, Mattino p.35). I follower su Twitter del presidente ucraino dal 22 febbraio sono aumentati di 5milioni. Dietro alla comunicazione del presidente autori e manager dello spettacolo. Discorsi scritti dallo sceneggiatore della serie tv satirica che lo ha reso famoso. Da quando è iniziata la guerra, Volodymyr Zelensky non ha detto una sola parola fuori posto. Le ha messe tutte sapientemente vicino al cuore di chi lo ascolta. L’uomo che scrive insieme a lui i discorsi da cui dipende il destino di una nazione intera, infatti, è uno sceneggiatore di serie tv. Si chiama Yuriy Kostyuk. Ha meno di quarant’anni ed è uno dei ragazzi del “Kvartal95”, la vera arma segreta con cui Zelensky ha già stravinto la battaglia mediatica col Cremlino. Al Congresso: “Da noi è l’11 settembre, è Pearl Harbor ogni giorno: da 20 giorni. Siamo sotto le bombe continuamente”. Al Bundestag: “Sta nascendo un nuovo muro di Berlino che divide l’Europa tra libertà e oppressione. Scholz abbatta questo muro”.