I conti del Gruppo Sky non tornano: persi in Europa oltre 200 mila abbonati

0
963
Foto da press kit Comcast.

Al 30 settembre 2020 il fatturato del Gruppo Sky (che mette insieme Regno Unito, Germania e Italia) si attesta a 13,389 miliardi di dollari. Circa 765 milioni di dollari in meno rispetto allo stesso periodo del 2019 con una perdita di 5,4 punti percentuali. È quanto emerge dai numeri del terzo trimestre pubblicati proprio oggi dal Gruppo Comcast, proprietario della galassia Sky. Tutte negative le voci di bilancio tra cui un pesante -18,7% lo mette a segno la raccolta pubblicitaria che si ferma a 1,296 miliardi lasciando sul campo in dodici mesi 306 milioni di dollari. Positivo, invece, il fatturato del terzo trimestre, grazie soprattutto alla ripresa dei grandi eventi sportivi durate l’estate quando il Covid sembrava avesse mollato la presa: 4,793 miliardi di dollari (+0,3% su anno). Numeri poco confortanti, naturalmente, anche dall’EBITDA: 1,815 miliardi di dollari, -22,5% rispetto ai 2,334 miliardi dei primi nove mesi del 2019. Molto male, poi, l’EBITDA del terzo trimestre 2020: 515 milioni di dollari (-45,4% su anno).

Guardando infine agli abbonati totali del gruppo Sky, nel terzo trimestre se ne contano 23 milioni 695 mila. La pandemia, insomma, è costato uno -0,9% e circa 220 mila abbonati in meno. E 21 mila sono venuti a mancare proprio nel terzo trimestre di quest’anno. Quanti di questi siano venuti a mancare in Italia non è dato saperlo…

Approfondimenti