Il 23 marzo a Serena Dandini il premio ReWriters 2021

0
811
Serena Dandini. Foto da streaming

Il 23 marzo il movimento culturale ReWriters consegnerà alla scrittrice e conduttrice tv Serena Dandini il premio ReWriters 2021. Come dichiarato dal movimento, la scelta è dovuta al contributo della Dandini nel modificare l’immaginario contemporaneo, nello specifico relativamente alla figura della donna. L’evento si svolgerà alle ore 18 presso il museo MAXXI di Roma e verrà trasmesso in diretta streaming.

“Quest’anno, il Premio ReWriters 2021 va a Serena Dandini, che con il suo lavoro in tv e con il suo sguardo sull’esistenza, ha contribuito, con geniale ironia, a riscrivere l’immaginario collettivo sulle donne e sul rapporto tra i sessi, dando voce a persone, storie e temi che, dopo di lei, non sono più stati invisibili ma, anzi, hanno acquistato potenza …” spiega la fondatrice del movimento Eugenia Romanelli, scrittrice e giornalista. Fa giungere il suo apprezzamento anche la presidente della Fondazione MAXXI Giovanna Melandri (ex Ministro dei beni culturali ed ex Ministro dello Sport). “Serena Dandini è una forza della natura. Autrice televisiva, conduttrice, talent scout, scrittrice di talento. Ci ha fatto ridere a crepapelle, ci ha fatto piangere, indignare, ma soprattutto ci ha fatto pensare. Con ironia e leggerezza ci ha spesso offerto una bella terapia collettiva di gruppo, scandagliando tic e stereotipi”.

Si concentra sul tema delle donne anche Vera Risi, condirettrice di ReWriters, la quale sottolinea come la Dandini abbia, nel corso degli anni, saputo valorizzare al massimo i talenti femminili che hanno lavorato nei suoi programmi televisivi. Attrici comiche come Angela Finocchiaro, Sabina Guzzanti, Cinzia Leone, Iaia Forte, sono riuscite soprattutto grazie a lei ad emergere in un mondo (quello della comicità) che era quasi esclusivamente riservato agli uomini. “In questo è una riscrittrice” ribadisce la Risi, “che scardina l’immaginario comune che vede nella donna solo l’icona di valori come la sensualità e la bellezza. E invece la donna sa anche ridere molto di sé stessa e del mondo che la circonda”.

Arrivano quindi anche i ringraziamenti da parte della conduttrice stessa. “Gli orizzonti culturali cambiano in tanti modi, e mai come in questo momento sono benvenuti nuovi spazi di pluralità. Grazie a ReWriters per continuare ad immaginare nuove strade da percorrere per il nostro futuro” dice la Dandini. Lo scorso anno il medesimo premio era stato assegnato all’atleta paralimpica Bebe Vio, per via del suo grande impegno nel cambiare la percezione comune della disabilità e nel riscrivere la storia dello sport.