Il bouquet Discovery resta su Sky per altri tre anni

0
597

“Accordo raggiunto fra #Sky e #Discovery. Intesa triennale, canali Discovery ed #Eurosport visibili sulla piattaforma (tranne due), accordo sull’on demand e mossa sull’adv”. L’annuncia con un “cinguettio” @An_Bion. Un pezzo dettagliato (e informato), quello di Andrea Biondi su Il Sole24Ore. “Le due media company hanno raggiunto la quadratura del cerchio attorno a un’intesa triennale – spiega il quotidiano di Confindustria – che garantirà la visione dei canali del gruppo Discovery, fra cui anche i canali Eurosport, sulla piattaforma Sky. La nuova intesa è stata firmata nei giorni scorsi. È dal 31 agosto che la partnership fra le due media company era scaduta. I canali Discovery ed Eurosport nel frattempo sono rimasti visibili agli abbonati Sky in virtù di un accordo transitorio previsto per gestire questa fase fino al raggiungimento di un’intesa definitiva, come avvenuto pochi giorni fa”. “Il gruppo Discovery, guidato in Italia da Alessandro Araimo, ha 8 canali free to air (Nove, Real Time, Dmax, Giallo, Motor Trend, Food Network, K2 e Frisbee) e 7 canali pay (Discovery Channel, Discovery Science, DiscoveryTraveleLiving, Animal Planet in esclusiva su Sky; ID – Investigation Discovery, in esclusiva su Mediaset Premium; Eurosport e Eurosport 2 su Sky e Mediaset Premium). A quanto Il Sole 24 Ore ha potuto verificare, in base al nuovo accordo a partire da gennaio dalla piattaforma Sky spariranno i due canali DiscoveryTraveleLivinge Animal Planet”. “Dall’accordo – precisa Biondi – che non è esclusivo sui canali in questione, restano fuori le Olimpiadi (estive e invernali) di cui il gruppo Discovery, che controlla Eurosport, nel giugno 2015 ha acquisito in tutta Europa i diritti pera edizioni (2018, 2020, 2022 e 2024) per 1,3 miliardi. Se Sky vorrà, dovrà mettere mano al portafogli”.