Il Coronavirus fa saltare il Festival internazionale di giornalismo

0
155

“Una scelta dolorosa, ma necessaria”. Con queste parole Arianna Ciccone, fondatrice del Festival internazionale del giornalismo di Perugia, ha annunciato la decisione di annullare l’edizione 2020 in programma dal 1 al 5 Aprile prossimo.

Era già tutto pronto per la XIV edizione che gli organizzatori stessi avevano già definito “la più bella di sempre”. C’erano già anche i pass per gli ospiti e i giornalisti accreditati da tutto il mondo. Alla fine il rischio di contagio da Coronavirus ha prevalso e gli organizzatori hanno preferito annullare l’evento.

“Cancelliamo l’evento non per paura, ma per senso di responsabilità”, ha specificato la Ciccone che in queste ultime settimane si è tenuta in stretto contatto con la Regione Umbria per valutare l’opportunità di realizzare lo stesso la manifestazione che proietta Perugia sul palcoscenico giornalistico europeo e mondiale. Una grave perdita per la città, visto che la manifestazione portava ogni anno migliaia di turisti, visitatori ospiti, oltre che giornalisti, scrittori e personaggi del mondo dei media da tutto il mondo.

“Alla fine – si legge nel comunicato – nel prendere questa decisione ci siamo fatti guidare da un principio che ha ispirato in tutti questi anni il nostro impegno e la nostra dedizione per la manifestazione e che ha animato lo spirito stesso della sua community: il prendersi cura gli uni degli altri”.

“Il Festival Internazionale del Giornalismo – conclude la nota – tornerà più forte, più appassionante e coinvolgente che mai il prossimo anno. Sempre in Umbria, sempre a Perugia. Dal 14 al 18 aprile 2021”.