Il presepe laico della Rai si illumina in Parlamento

0
1110
Foto da streaming.

Il Natale in lockdown è passato, e anche l’Epifania, che tutte le feste porta via (addobbi compresi). Ma evidentemente questa volta non ha portato via le polemiche. In Parlamento, infatti, stanno per riaccendersi le luci sul presepe, con l’audizione in commissione di Vigilanza sulla Rai, mercoledì 13 gennaio alle ore 14.40, di Nicola Sinisi, direttore canone e beni artistici. Un dirigente che non mancherà certo di raccontare come va l’andamento del canone ordinario (stabile) e di quello speciale (in deciso rallentamento a causa della pandemia). Che farà un’ampia panoramica sulla propria direzione. Ma che dovrà rispondere anche alle domande dei commissari sull’ormai famoso presepe (grazie all’ilarità dell’inviato Pinuccio di “Striscia la Notizia”) realizzato da Marco Lodola.

PRESEPE LAICO sul quale il cda Rai ha addirittura aperto un’istruttoria per accertare le responsabilità. E che è stato tenuto nei magazzini di Viale Mazzini senza essere mai esposto (né pagato) prima di giungere alla Galleria degli Uffizi di Firenze. A commissionarlo sarebbe stato appunto Sinisi, al quale una tiratina d’orecchie è già arrivata – sulla stampa – dal consigliere d’amministrazione Giampaolo Rossi: “La direzione canone ha lo scopo di valorizzare il patrimonio artistico di proprietà dell’azienda. Ciò però non significa acquistare o commissionare opere d’arte. Non siamo un museo”… …“faccio fatica a capire che cosa sia un presepe laico”… “…curioso esporre un’opera d’arte nella sede di viale Mazzini che a Natale resta chiusa. Nessuno avrebbe potuto ammirarla”. Finalmente mercoledì ne sapremo di più. Qualche spiegazione per gli italiani che pagano il canone e per quelli che seguono “Rai Scoglio24”…

Approfondimenti