“Immaginaria”. Il Festival dedicato al cinema lesbico e femminista

0
219

Da giovedì 17 a domenica 20 giugno andrà in scena a Roma la 16º edizione di ImmaginariaInternational Film festival of Lesbians & Other Rebellious Women, manifestazione internazionale dedicata al cinema indipendente, legato all’ambito della tematica lesbica e femminista. Il Festival, fondato nel 1993 a Bologna dall’Associazione Culturale Visibilia APS, è realizzato in collaborazione con MiX Festival Internazionale di Cinema lgbtq+ e Cultura Queer, il Goethe Institut ed il patrocinio del V Municipio del Comune di Roma.

Una quattro giorni scandita da proiezioni, presentazioni, dibattiti ed incontri, alla presenza di registe, attrici, lavoratrici del mondo del cinema e studiose di comunicazione. Il programma si aprirà giovedì 17 alle ore 19.30 a Largo Venue con il concerto live di “Artiste per Immaginaria”, in cui si esibiranno cantautrici, attrici e danzatrici. Il giorno successivo, nella location del Nuovo Cinema Aquila, alle ore 20 l’inaugurazione della kermesse, seguita alle 21 dalla proiezione in anteprima del film Ao Nossos Filhos della regista brasiliana Maria De Medeiros. Sabato 19, nel medesimo luogo, a partire dalle ore 12 la proiezione di numerosi altri titoli in concorso, suddivisi in diverse sale. Tra questi il cileno La Nave del Olvido di Nicol Ruiz Benavides e Soeurs d’Armes/Red Snake della francese Caroline Fourest, struggente pellicola che racconta la resistenza delle combattenti kurde contro il terrorismo dell’ISIS,  ispirandosi alla storia del Premio Nobel per la Pace Nadia Murad. La proiezione di quest’ultimo (16.30) sarà seguita dal dibattito intitolato Donne contro l’ISIS. La scelta inevitabile della lotta armata, a cui parteciperanno anche la regista stessa e l’attrice Maya Sansa. Grande spazio anche per la presentazione di cortometraggi e documentari, tra cui Queering the Script di Gabrielle Zilkha, al quale farà seguito il dibattito We deserve better. Personagge lesbiche nelle serie tv, in cui parlerà della rappresentazione del mondo lesbico all’interno delle serie tv. 

La manifestazione si concluderà, come detto, domenica 20, in una giornata che si aprirà ancora al Nuovo Cinema Aquila, alle 12, con Let Me See You. Work in Progress, tavolo nazionale di donne in cui interverranno attrici, registe, sceneggiatrici, operatrici e rappresentanti di associazioni cinematografiche. Alle ore 19 il momento clou, con la cerimonia conclusiva e la proclamazione delle opere vincitrici delle sezioni Migliore Fiction, Migliore Documentario, Migliore Cortometraggio e Migliore Colonna Sonora. Una kermesse che si propone quindi anche quest’anno, attraverso il cinema, di rappresentare le donne con uno sguardo a 360 gradi, incrociando storie, visioni, cultura, arte, attivismo e molto altro. Lo slogan scelto per questa edizione è If She Can Do It – So Can You, invito alle donne ad avere fiducia in sé stesse e ad ispirarsi a quelle figure femminili di tutte le epoche che, con il loro coraggio, hanno scritto la storia.