“Infinito”: tributo dei fan a Billie Eilish. Straordinario nuovo format di YoutTube per il miliardo di visualizzazioni di Bad Guy.

0
416
Infinite Bad Guy - Billie EIlish & Fan. Immagine courtesy of Google

Il singolo da Grammy, “Bad Guy”, ha portato Billie EIlish a segnare un altro record: ha infranto il muro del miliardo di visualizzazioni su YouTube, e Google ha voluto celebrarla lanciando proprio nel giorno del Thanksgiving un nuovo format, che porta il concetto di UGC dritto nella storia. Lo hanno battezzato “Infinite Bad Guy” ed è un “loop” potenzialmente infinito non soltanto del video originale dell’artista prodigio, ma di clip tratte dalle oltre 15.000 cover che i suoi fan hanno creato sulla scia del suo successo, ognuna raggiungibile anche attraverso gli hashtag identificativi che compaiono a scorrimento in basso allo schermo.

Dal quartetto d’archi all’ukulele, dalla versione a cappella al giro di basso, dagli ottoni (tromba, trombone, sassofono) agli avatar al pollo di gomma, dal folk al coro, dal blues al jazz, dal balletto alla danza del ventre, “Infinite Bad Guy” è una sequenza randomizzata e in un loop senza fine di miliardi di minuti di video cover, che spaziano dal satirico al sublime, su un sito web creato ad hoc.

A Billie Eilish piace proprio infrangere record e stabilire prime volte. La diciottenne, salita alla ribalta del mondo della musica nel 2016 quando il suo singolo “Ocean Eyes,” diventò virale su SoundCloud, è la seconda persona e unica donna, a oggi, ad aggiudicarsi tutte e 4 le principali categorie dei Grammy Awards all’inizio del 2020 (Best New Artist, Album of the Year, Song of the Year e Record of the Year) proprio per “Bad Guy”. È anche la più giovane artista solista ad aggiudicarsi il premio per album dell’anno, scalzando Taylor Swift, che lo vinse a 20 anni.

Una forza, nel mondo della musica e non solo, visto che il suo impegno a tutela degli animali è noto e l’artista stessa non perde occasione per invitare i propri fan ad “essere più intelligenti” e smettere di mangiare carne, o usare lana (video registrato per la PETA), o prendere parte nelle manifestazioni contro il cambiamento climatico.

Ma i suoi record non si limitano ai premi ottenuti. È la prima e unica artista nata nel 21° secolo ad avere all’attivo album e singolo in vetta alle classifiche. Ed è l’artista più giovane che abbia mai registrato un tema per James Bond.

Il progetto Infinite Bad Guy è tecnologicamente straordinario. Le geniali menti del Google Creative Lab hanno combinato algoritmi complessi e intelligenza artificiale per riconoscere tag e clip, sincronizzandoli e mandandoli “in onda” sul player di YouTube. Quanto ci vorrebbe per vedere tutte, ma proprio tutte le combinazioni di clip generate dagli algoritmi? Difficile una stima precisa, perché nuove cover della hit della pop star californiana si aggiungono quasi quotidianamente e vengono catturati, spezzettati e inseriti nel loop. A oggi sono disponibili 10,5 milioni di secondi di filmati… Matematicamente, siamo ad un tempo pari a 1,46×10 elevato a 100 anni: due persone non potrebbero mai vedere la stessa sequenza due volte, da qui alla fine dell’universo.

Sembra facile: ma gli algoritmi tradizionali non sarebbero mai stati in grado di allineare perfettamente migliaia di video con tempi musicali, strumenti, chiavi e stili diversi. Ecco quindi l’intervento del “machine learning” per creare un “network neurale” (come si legge nella descrizione del progetto sul blog di YouTube) che potesse predire sovrapposizioni fra le cover e l’originale.

Al di là della straordinaria e unica tecnologia utilizzata per creare “Infinite Bad Guy”, il progetto va oltre. Come ha affermato Jay Chen, producer del Google Creative Lab, “è un monumento d’amore alla cultura dei fan di YouTube, in tutto il suo variopinto e straordinario splendore”.

Ci sarebbe proprio da dire: andate e gioitene tutti, perché ognuno di voi avrà un’esperienza unica, irripetibile e che crea decisamente dipendenza. In vera chiave social. E con l’immancabile parodia di Trump.