La guerra in Ucraina fa altri due morti tra i giornalisti: un operatore di Fox news e una reporter locale

0
375
Pierre Zakrzewski il cameraman di Fox News ucciso in Ucraina - Foto da streaming

Aumenta il numero di vittime tra gli operatori dell’informazione impegnati a raccontare il conflitto in Ucraina. Dopo il freelance americano Brent Renaud a cadere vittima dei colpi di artiglieria russi sono stati il cameraman irlandese Pierre Zakrewski, che lavorava per l’emittente americana Fox News e la producer ucraina Alexandra Kuvshinova. Insieme a loro c’era anche il corrispondente della Fox News Benjamin Hall, rimasto ferito in modo grave e sottoposto a diverse operazioni. I tre erano insieme nella parte nord-est del villaggio di Gorenki, nella regione di Kiev, sulla strada per Irpin, quando sono stati colpiti dall’attacco russo.

A rendere noto l’accaduto è stata la stessa Fox News che ha ricordato come Zakrzewski fosse un “profondo conoscitore di teatri di guerra”. “Era una assoluta leggenda del nostro lavoro – l’ha ricordato l’emittente americana -, la sua perdita è devastante. Ha coperto le guerre in Iraq, Afghanistan, Siria. Era un professionista, un giornalista e un amico. Aveva solo 55 anni e già sentiamo la sua mancanza. Le più sentite condoglianze alla moglie Michelle e a tutta la famiglia”.

Insieme al cameraman c’era anche la produttrice e giornalista Alexandra Kuvshinova, anche lei rimasta uccisa nell’attacco, secondo quanto riferito dall’agenzia di stampa ucraina Unian. La Fox, riferisce la Cnn, non ha ancora confermato se Kuvshinova stesse lavorando con il team dell’emittente americana.

Già quattro vittime tra i giornalisti – Sale così a quattro il bilancio delle vittime tra gli operatori dei media che negli ultimi giorni sono morti in Ucraina a causa della guerra. Il primo è stato Viktor Dudar, giornalista investigativo di Leopoli, morto lo scorso 6 marzo a Mykolaiv in una battaglia contro le milizie di Putin. Dudar già nel 2014 aveva combattuto in prima linea nel Donbass, nonostante gli fosse stato offerto un posto nell’ufficio stampa dell’esercito. Aveva preferito aiutare gli ucraini, proprio come nell’ultima occasione, quella che gli è stata fatale. A Zhovkva, sua città natale, sono stati dichiarati due giorni di lutto. Il secondo reporter caduto dall’inizio della guerra è lo statunitense Brent Renaud, ucciso domenica 13 marzo.

Scomparsi due giornalisti ucraini – A loro si aggiungono due giornalisti ucraini, Oleg Baturin e Serhiy Tsyhypa, che risultano dispersi a Kakhovka e Nova Kakhovka. Lo comunica il sito di news ucraino Suspilne News. Entrambi hanno coperto le notizie sullo stato della guerra nelle loro città e in altre regioni, fin dal primo giorno dell’invasione russa in Ucraina. Il canale news ha parlato con parenti e conoscenti dei dispersi per avere dettagli della loro scomparsa.

Approfondimenti