“La Mafia uccide solo d’estate”, dal 26 aprile su Rai1 l’antimafia del sorriso

0
185

Un viaggio nei difetti e nelle debolezze di molti che consentono al malaffare di condizionare le nostre vite. Ma anche un viaggio nel coraggio di pochi, piccoli eroi della quotidianità che quel malaffare hanno il coraggio di combatterlo. E infine un viaggio divertente, originale, sarcastico e dissacrante del cliché dei mafiosi. La famiglia Giammarresi torna ad “arrabattarsi” su Rai1 nel nuovo capitolo, il secondo, de “La Mafia uccide solo d’estate”, per la regia di Luca Ribuoli, da un’idea di Pierfrancesco Diliberto (Pif). Una serie che nel 2016 – dodici episodi in onda dal 21 novembre al 20 dicembre 2016 – ha incollato alla tv una media di 4.957.000 telespettatori, con picchi, all’esordio oltre i 6 milioni. E che ha chiuso con una media share del 19,5%.

 Numeri che piacciono ai big spender della pubblicità: non a caso in Viale Mazzini si vendono 15 secondi di spot durante la fiction a prezzi (da scontare) che variano da 84 mila euro fino ad oltre 100 mila euro. “La Mafia uccide solo d’estate” è una coproduzione Rai Fiction – Wildside, in sei prime serate in onda da giovedì 26 aprile al 31 maggio. I protagonisti sono Claudio Gioè, Anna Foglietta, Francesco Scianna, Valentina D’Agostino, Angela Curri, Claudia Gusmano, Carmelo Galati, Sergio Vespertino, Dajana Roncione, Dario Aita e con la voce narrante dello stesso Pif e la partecipazione di Nino Frassica nel ruolo di Fra’ Giacinto.