La Tgr dà il “Buongiorno” a Franco Di Mare. Lo share di Rai3 vola

0
3960

Ogni mattina tra le 7 e le 8 danno il “Buongiorno” all’Italia e alle Regioni su Rai3. Si tratta dei giornalisti della Testata giornalistica Regionale. E – visti i numeri dell’Auditel – il “Buongiorno” lo danno anche al loro direttore, Alessandro Casarin, e al direttore di Rai3, Franco Di Mare, che si ritrova in quella fascia mattutina ad essere addirittura la Rete del servizio pubblico più vista. Non c’è “Unomattina” che tenga… La ricetta è semplice: aggiornamenti sul covid, naturalmente; il racconto del territorio e zero teatrino della politica. Il tutto con cucina fatta in casa Rai: ingredienti semplici e genuini (nessun format esterno o produzione costosa) e a basso costo (lo stipendio dei redattori).

Ma veniamo ai numeri Auditel. “Buongiorno Regione” nella stagione 2019-2020 è stato visto in media da 718 mila spettatori con share del 12,05%. In questo scorcio d’autunno è passato a una media di 820 mila spettatori e del 13,86% di share. Centomila spettatori in più e quasi due punti di share guadagnati. Insomma, si viaggia verso il 15% di share… Roba che anche ai piani alti di Rai Pubblicità stanno apprezzando… Gli ascolti aumentano in tutte le Regioni: in particolare in Valle d’Aosta (+8,45%), Piemonte (+4,19%) Emilia Romagna (+5,18), Abruzzo (+6,89%), Basilicata (+5,34%) e Calabria (+4,78%). Gli ascolti scendono invece solo in Trentino (-6,65%), Lazio (0,92%) e Molise (-5,61%). Buone notizie per la Tgr, e per Rai3, anche dagli altri telegiornali. Nel 2020 il notiziario regionale delle ore 14 (con oltre tre milioni di audience) ha guadagnato oltre 700 mila spettatori di media e 2,5 punti di share. Ancora meglio i dati del Tgr delle 19: quasi tre milioni di audience media e circa 800 mila spettatori medi in più e 2,8 punti di share guadagnati.

Approfondimenti