L’amore ai tempi della pandemia. Crescono gli utenti delle app di incontri

0
241
Statua di Eros a Sefton Park - foto: wikimedia commons

In occasione di San Valentino l’app di dating online Yooppe ha realizzato un sondaggio tra i propri iscritti per capire come sia cambiato l’amore da quando è scoppiata la pandemia. Ebbene, il 27% degli intervistati ha dichiarato di aver perso l’amore principalmente proprio a causa del lockdown e delle rigide misure anti contagio, che hanno messo a dura prova l’armonia della relazione con il partner e portato alla rottura. Il 35% ha invece scelto volontariamente di rimanere single.

Proseguendo, un utente su tre della piattaforma ha dichiarato che la pandemia è stata lo stimolo principale per iniziare a conoscere nuove persone online. La condizione di isolamento domestico dettata dal lockdown ha infatti spinto il 68% degli intervistati ad iscriversi ad una app di incontri online, con l’idea peraltro di continuare ad usarla anche in futuro. Dopo l’evasione virtuale, però, gli utenti cercano la realtà. Nel sondaggio, tra le motivazioni che spingono le persone ad utilizzare un sito di incontri online, spiccano l’interesse a conoscere qualcuno da incontrare poi di persona (32%) e il desiderio di costruire una nuova relazione (20%). C’è poi chi si iscrive allo scopo di provare “qualcosa di nuovo” e chi lo fa semplicemente per trovare una persona che lo attragga dal punto di vista fisico.

Il 48% degli intervistati considera perciò il dating online come un’occasione ideale per flirtare con qualcuno che non si conosce, così come il 35% lo vede come una buona chance per rompere il ghiaccio ed evitare l’impaccio che si presenterebbe in un primo appuntamento nella vita reale. Il 13% è inoltre attirato dalla possibilità di chattare e relazionarsi con più persone   contemporaneamente.