LaPresse, Alessia Lautone è la nuova direttrice. E Durante annuncia “nuovi obiettivi”

0
606
Alessia Lautone nuova direttrice responsabile di LaPress - Foto da ufficio stampa LaPresse

È tempo di cambiamenti a LaPresse, una delle maggiori agenzie di stampa italiane, sicuramente la prima tra quelle multimedia a guida imprenditoriale. Da oggi (16 Febbraio) a guidare l’agenzia sarà Alessia Lautone, che assume la carica di direttore responsabile al posto dell’uscente Vittorio Oreggia, che l’ha diretta negli ultimi quattro anni.

Il nuovo direttore, romana, 54 anni, due figli grandi, arriva in LaPresse dopo aver lavorato per 18 anni in Adnkronos, di cui sette nel ruolo di direttore responsabile. Una carriera incentrata nel racconto del mondo politico, economico e culturale del Paese degli ultimi 30 anni, attraverso anche la televisione e la radio, dove ha condotto numerosi programmi. Ad affiancarla con il ruolo di condirettore, sarà Nicola Assetta fino ad oggi vicedirettore che da interno e conoscitore dell’agenzia avrà il compito “di valorizzare i punti di forza e la tradizione de LaPresse”, si legge nel comunicato diffuso dalla società. A rafforzare la conduzione della redazione nella squadra LaPresse, Caterina Parise come vicedirettore per il coordinamento dell’agenzia stampa.

Le nuove nomine sono state comunicate dal presidente Marco Durante, che ha annunciato “nuove trasformazioni, nuovi obiettivi e traguardi” per l’agenzia oltre al “cambio e una riorganizzazione al vertice delle testate giornalistiche”. L’agenzia è in una fase di grande espansione soprattutto internazionale. Proprio prima di Natale ha aperto una sede di rappresentanza a New York che si è aggiunta alle altre 14 che già aveva all’estero (Bruxelles, Londra, Parigi, Berlino, Madrid, Vienna, Praga, Varsavia, Ginevra, Rabat, New York, Washington, Miami, Tokyo, Hong Kong) e alle 10 sedi italiane. Una struttura sempre più internazionale sancita dal lancio a Gennaio 2021 del gennaio portale americano www.lapresse.us. Il prossimo passo annunciato da Durante in occasione dell’inaugurazione della sede newyorkese è “l’apertura dei siti LaPresse in Marocco, in America, in Inghilterra, in Spagna e in Francia”.

“Mi trasferisco a Milano per intraprendere una sfida che mi inorgoglisce e mi emoziona” sono state le prime parole della neo-direttrice Lautone. “Dopo 18 anni in un’agenzia di stampa, di cui sette alla direzione, arrivo a LaPresse, una realtà unica nel panorama editoriale italiano – ha aggiunto -. Un’azienda con potenzialità straordinarie, con una forte vocazione internazionale e una potente attitudine multimediale, capace di fare investimenti importanti nonostante la situazione così difficile. Ringrazio Marco Durante, il cui coraggio è ancora più significativo in un momento in cui il Paese rafforza la sua leadership in Europa e nel mondo”.

Anche il nuovo Condirettore Nicola Assetta ha ringraziato “l’Editore per la rinnovata fiducia” e a nome di tutta la redazione ha dato “il benvenuto al Direttore Lautone”.

Saluta LaPress Vittorio Oreggia. “Dopo cinque anni, di cui quattro di direzione – scrive l’ex direttore – lascio LaPresse per intraprendere una nuova avventura professionale. Sono stati anni emozionanti, divertenti e anche stressanti come è giusto che sia quando si fa informazione ad alto livello; anni in cui l’azienda ha spostato la propria sede centrale da Torino a Milano; anni in cui c’è stata una crescita esponenziale in tutti i settori; anni in cui la produzione giornaliera di take è più che raddoppiata e quella dei ‘pezzi chiusi’ più che triplicata; anni in cui il brand LaPresse si è consolidato in Italia e all’estero; anni, anzi anno, il 2020, in cui siamo stati più forti della pandemia. Insomma, anni indimenticabili”.

Approfondimenti