Le manovre su Tim – a cura di Telpress

0
190
L'ad Tim Luigi Gubitosi. Foto da Ufficio stampa Tim.

Secondo MF, Libero e altri Kkr starebbe studiando il rilancio per Tim: il fondo Usa sarebbe al lavoro con gli advisor per capire a quale valore Vivendi potrebbe consegnare le azioni. Di diverso avviso il Sole: Vivendi non vuole vendere e Kkr fa sapere che per ora l’offerta non cambia. Venerdì il cda, che non deve valutare la congruità del prezzo – 0,505 euro ancora a titolo indicativo – ma valutare se il progetto portato dal fondo Usa è nell’interesse dell’azienda. Il progetto di Kkr – secondo quanto riporta il Sole – è centrato sullo scorporo della rete per offrirla “a termine” alla Cdp, orientativamente dopo qualche anno, a riassetto completato. In questo scenario sarebbe poi la Cdp a decidere se tenere due partecipazioni distinte nella rete Telecom e in Open Fiber oppure se realizzare la “rete unica”, a questo punto totalmente scollegata da Telecom. L’idea sarebbe di separare la parte dei servizi dalla parte infrastutturale. La prima, secondo le stime di Intermonte, potrebbe avere un enterprise value di 7,2 miliardi su 25,5 miliardi di valore d’impresa totale, applicando un multiplo di 2,4 volte. Anche il Corriere (p.37) sottolinea, nella partita della rete, il ruolo di Cdp, che domani svelerà il suo piano industriale.

Approfondimenti