L’editoria che funziona: Axel Springer. Utile record e online meglio della carta

0
100

 

axel-springer sedeNel 2012 il colosso tedesco dell’editoria Axel Springer (Bild, Die Welt e decine di altre pubblicazioni) per la prima volta ha segnato un fatturato maggiore nel settore on-line, rispetto a quello tradizionale della carta stampata. Lo ha reso noto oggi la stessa casa editrice che, a dispetto della crisi internazionale e dell’editoria, ha chiuso il bilancio 2012 con un fatturato e un utile operativo record. Complessivamente l’anno passato Springer ha generato un giro d’affari di 3,3 miliardi di euro (+3,9% sul 2011). Il margine operativo lordo (Ebitda) è salito del 5,8% a 628 milioni di euro, oltre gli obiettivi posti dal presidente del gruppo Mathias Doepfner. A contribuire al risultato in particolare il settore on-line, dove il margine operativo lordo e’ salito addirittura del 54% e il fatturato del 22%, superando per la prima volta la carta stampata (1,17 miliardi di euro contro 1,12). Attualmente dalla rete arriva il 37% del fatturato totale. Springer punta a crescere ancora nell’offerta on-line, per diventare ”l’impresa mediatica leader nel digitale”, ha spiegato Doepfner.