Libri scolastici, patto editori-librai per migliorarne distribuzione e affermarne centralità

0
107
Libri scolastici - foto da pixabay.com

Un patto in cinque punti tra editori e librai per ribadire la centralità del libro di testo nella scuola e migliorare la qualità della distribuzione in avvio di anno scolastico: lo hanno siglato per l’Associazione italiana editori (Aie) il presidente Ricardo Franco Levi e il presidente del gruppo Educativo Paolo Tartaglino e per l’Associazione italiana librai (ALI-Confcommercio) il presidente Paolo Ambrosini.

Il documento segue il ciclo di incontri tra librai ed editori avviato dopo il confronto avvenuto lo scorso ottobre al Salone internazionale del Libro di Torino.

Questi gli obiettivi:
• garantire un avvio di anno scolastico con la piena disponibilità dei testi in distribuzione;
• ottenere il rafforzamento delle misure a sostegno delle fasce economicamente più deboli, garantendone l’efficacia con migliori modalità di erogazione;
• proporre l’introduzione della detrazione fiscale sui testi scolastici per tutti gli altri acquirenti;
• sottolineare la centralità della libreria e della cartolibreria nella distribuzione dei testi, le uniche che garantiscono il servizio durante tutto l’anno;
• avviare uno studio per il miglioramento dei tempi e delle modalità di distribuzione.

“sono obiettivi ambiziosi, sui quali come associazioni intendiamo operare costruttivamente nei prossimi mesi, certi che sarà possibile raggiungerli solo attraverso il confronto avviato in queste settimane” hanno dichiarato Levi, Tartaglino e Ambrosini.

Approfondimenti