“Lockerbie”, su Sky la serie basata sull’attentato aereo del 1988

0
283
Kirsten Sheridan - Fptp: u.s. Sky

Nel 2023 arriverà su Sky Lockerbie, serie tv in cinque episodi ispirata alla tragica vicenda dell’attentato terroristico che causò la morte di 270 persone a seguito dell’esplosione del volo Pan Am 103. Al centro della narrazione la storia del dottor Jim Swire e di sua moglie Jane, che nel disastro persero loro figlia Flora e lottarono per anni con tutte le loro forze al fine di ottenere verità e giustizia su quanto accaduto.

Era il 21 dicembre del 1988 quando il Boeing 747-121 della Pan-Am diretto da Londra a New York esplose in volo sopra la cittadina scozzese di Lockerbie, appena 38 minuti dopo aver decollato. A perdere la vita furono 259 tra passeggeri ed equipaggio, a cui si aggiunsero 11 abitanti del luogo che morirono colpiti dai rottami del velivolo. Ci vollero ben 13 anni per arrivare alla condanna del presunto colpevole dell’attacco, il cittadino libico Abd el-Basett Ali al-Megrahi, rilasciato poi nel 2009 per motivi umanitari.

Poco dopo l’attentato alcune famiglie delle vittime si unirono per lanciare una campagna per accertare la verità sull’accaduto ed ottenere giustizia. Tra loro, uno dei più attivi fu il dottor Jim Swire, che arrivò fino in Libia per incontrare faccia a faccia il colonnello Gheddafi, a Londra per incontrare più di uno dei Primi Ministri succedutisi negli anni e fin nei corridoi del potere degli Stati Uniti, dove lavorò con i gruppi di parenti delle vittime americane per spingere le alte sfere della politica statunitense ad adoperarsi per una maggiore  sicurezza negli aeroporti. La serie esplorerà gli eventi susseguitisi dal 1988 ad oggi, realizzando un intenso ritratto di uomo, un marito e un padre che dedicò tutto sé stesso alla ricerca di giustizia, mettendo a dura prova il suo matrimonio e la sua stessa salute.