Maximo Ibarra lascia Sky Italia a luglio 2021. Cercasi nuovo ad

0
652
sky ibarra
Nella foto ufficio stampa Sky, l'ad Maximo Ibarra

Maximo Ibarra, amministratore delegato di Sky Italia dal 1 ottobre 2019, lascia per andare a guidare il gruppo Engineering di software e servizi IT. Nel bel mezzo della difficile “partita” dei diritti tv della Serie A con Dazn e dell’altrettanto difficile “partita” degli esuberi col sindacato, Ibarra – che resterà in Sky Italia fino a fine luglio 2021 – si prepara dunque dopo 18 mesi per nuove avventure. Nel frattempo in casa Sky si cercherà un sostituto con Stephen van Rooyen, vicepresidente esecutivo e amministratore delegato Regno Unito ed Europa, pronto a traghettare il Gruppo con il supporto di Karl Holmes, Chief Operating Officer Europe. “Nell’ultimo anno non ho potuto passare, come avrei voluto, del tempo in Italia a causa del Covid – scrive in un messaggio ai dipendenti van Royeen – e non vedo l’ora di esserci più spesso per aiutare la squadra insieme a Karl in questa fase di transizione. Unitevi a me nel ringraziare Maximo per il contributo che ha dato a Sky Italia e facciamogli un in bocca al lupo per la sua nuova avventura professionale”, un dirigente che “ha impresso un’importante accelerazione al cambiamento dell’azienda ponendo le basi per un percorso di trasformazione del modello operativo attraverso un approccio socialmente sostenibile”, spiega ai dipendenti van Rooyen.

IBARRA – “Lascio Sky più forte e con piani di sviluppo ben definiti”, commenta Maximo Ibarra, “entusiasta di entrare a fare parte di Engineering, dove “metterò a disposizione le mie competenze non solo in qualità di Ceo, ma anche come imprenditore in partnership con i fondi di investimento coinvolti, per costruire nuove sinergie e rafforzare i livelli di collaborazione. Una scelta di visione imprenditoriale che rappresenta una svolta fondamentale nel mio percorso professionale”.

Approfondimenti