Mediaset smentisce: Premium non chiuderà. Ma intanto “chiede” disdette

0
234

Dal 31 luglio Mediaset Premium chiude. L’indiscrezione lanciata da “Dagospia.com” corre veloce sulla Rete e da Cologno sono costretti a “smentire categoricamente”. “Come già comunicato, Mediaset – spiega la nota del Gruppo – ha recentemente costituito la newco ‘R2 srl’ nella quale verrà conferito unicamente il ramo d’azienda costituito dalla piattaforma tecnologica di Premium (area ‘Operation pay’). L’eventuale cessione a terzi della newco a fine 2018, già illustrata al mercato, non comporterà comunque alcuna discontinuità all’attività di Mediaset Premium”. Mediaset, dunque, continuerà a fare anche la pay tv. Continuerà ad offrire il suo bouquet di canali cinema e serie tv al migliore offerente; continuerà ad affittare le sue frequenze sul digitale terrestre; ma farà – ed è questa la motivazione delle voci di chiusura a fine luglio – a meno del grande calcio.

Niente Champions League (già presa da Sky); niente Europa League (già presa da Sky); poca o niente Serie A, in odore anch’essa di Sky che si accinge a scendere dal primo giugno anche sul digitale terrestre; e forse la Serie B (qui Sky non ha presentato offerte, per ora). Una Premium destinata dunque alla “cadetteria” delle pay tv e costretta a ridurre ulteriormente il suo bacino di tessere che non ha mai raggiunto quota due milioni. E forse per questo Cologno con i propri clienti – lacerati dal dubbio prendere o lasciare – mette le mani avanti in questi giorni sapendo che il grande calcio non ci sarà più: “Ti informiamo – scrive Premium a un suo abbonato – che il contratto si rinnova automaticamente alla scadenza del dodicesimo mese dalla sua attivazione. Potrai comunque comunicare la disdetta dallo stesso fino a trenta giorni prima della scadenza annuale…”. Quanto zelo…