Mobbing e abusi sessuali a Report. Bufera in Rai per la lettera anonima contro Ranucci. Lui: “Altro fango”

0
1281
Sigfrido Ranucci, conduttore di Report- Foto Ufficio stampa Associazione terra del Mediterraneo

Mobbing e avances sessuali sulle colleghe in redazione; servizi montati ad arte per sostenere tesi preconfezionate. Sono le accuse pesanti contenute in una lettera anonima arrivata ai piani alti di Viale Mazzini contro Report ed il suo conduttore Sigfrido Ranucci. La missiva in realtà è piuttosto datata, ma dopo mesi di silenzio è stata portata all’attenzione dell’amministratore delegato, Carlo Fuortes, durante l’ultima audizione di mercoledì scorso (24 Novembre). A sollevare il polverone sono stati il renziano Davide Faraone e Andrea Ruggieri di Forza Italia avrebbero chiesto spiegazioni all’ad.

Fuortes è cascato dalle nuvole, replicando che “è la prima volta che sento una cosa del genere. Evidentemente alla responsabile dell’Audit non è arrivato nulla perché lei sa che mi deve avvertire quando ci sono cose importanti”. “Cercheremo di capire di cosa si parla – ha tagliato corto l’ad -. Io agli atti non ho nessun tipo di denuncia formale o informale”.

Anche se Fuortes non ne è a conoscenza, il dossier risalirebbe addirittura a fine 2017 e sarebbe stato poi “aggiornato” con nuovi elementi, secondo quanto riporta il Giornale. Una versione della lettera sarebbe stata inviata via mail attraverso il servizio protonmail proprio per preservare l’identità dell’autore. Sarebbero tre le colleghe coinvolte, e lo scorso agosto lo stesso Ranucci aveva presentato una denuncia ai carabinieri chiamando in causa, sottolinea il Giornale, l’allora direttore di rete Franco Di Mare. Lo stesso avrebbe poi convocato Ranucci per un confronto, ma la questione è sparita dall’agenda e non è mai arrivata all’orecchio di Fuortes.

Ranucci: “Solo fango” – La bufera sollevata a Viale Mazzini dalla lettera anonima ha provocato la pronta reazione del diretto interessato. In un lungo post sul suo profilo Facebook, Ranucci ha bollato la vicenda come “altro fango su Report da Italia Viva e Forza Italia che riciclano lettere anonime”.

“Dopo i falsi dossier su fonti pagate, le false mail tra me e Casalino, le false accuse di essere no vax, ora arrivano le lettere anonime con le accuse di bullismo sessuale in redazione e di servizi preconfezionati”, scrive Ranucci.

A “mettere il fango nel ventilatore — prosegue il post — sono stati ieri (mercoledì, ndr) in commissione di vigilanza parlamentare gli “onorevoli” Davide Faraone di Italia Viva e Andrea Ruggeri di Forza Italia. I due hanno chiesto chiarezza sulla lettera anonima. Vorrei rassicurarli. Prima di loro è stato il sottoscritto a chiederla”.

Approfondimenti