Netflix, debiti oltre 9 miliardi di dollari

0
254

“Il colosso fondato e guidato da Reed Hastings ha un debito che sta esplodendo negli ultimi due anni, cresciuto fino a 9 miliardi di dollari (7,7 mid di euro), e che continuerà a ingrossarsi dopo che in aprile Netflix ha dovuto emettere il suo quinto bond in tre anni, con altri 1,9 miliardi di dollari (1,6 mid di euro) di debito fresco fresco. D’altronde la società ha bisogno di finanziare gli investimenti monstre – scrive Claudio Plazzota su Italia Oggi – in contenuti di cui necessita per poter continuare nella sua cavalcata: nel 2018 ha messo sul piatto 8 miliardi di dollari (6,8 mld di euro) per la produzione di contenuti originali (e ormai il trend di questa voce vede un aumento di un miliardo di dollari all’anno da un po’ di anni), e nei primi sei mesi dell’anno ha investito oltre un miliardo di dollari (850 milioni di euro) in promozione e marketing. Nonostante queste spese, Hastings prevede di chiudere il 2018 con utili per un miliardo di dollari. Ma questo solo grazie a operazioni di bilancio che consentono di spalmare i costi delle produzioni originali ammortizzandoli su molti anni (in Italia, invece, questo non è possibile, e i broadcaster devono scontare le spese per le loro produzioni in un unico esercizio)”. LoSpecialista.tv consiglia la lettura integrale dell’articolo.