Letture di libertà contro la legge bavaglio

Raugias.jpgeading di libri sulla libertà, una settimana di protesta. Inizia oggi, 31 maggio, e durerà fino al 6 giugno la singolare protesta contro il ddl sulle intercettazioni che coinvolge editori, scrittori e librai. Per questa settimana, quindi, l’appuntamento è in libreria per ascoltare letture sulla libertà, secondo un elenco di testi classici e contemporanei, di narrativa e di poesia, di saggistica e manualistica. “La legge attualmente in discussione al Senato – spiegano gli organizzatori, Minimum fax, Editori Laterza e Gruppo editoriale Mauri Spagnol – relativa alla pubblicabilità degli atti giudiziari, approvata in commissione Giustizia, configura una grave limitazione della libertà di informazione dei cittadini. Una libertà essenziale, tutelata non solo dalla nostra Costituzione ma anche dalla Corte europea dei diritti dell’uomo. Una libertà che si coniuga strettamente alla libertà di stampa che è la precondizione del lavoro di chi scrive, pubblica e diffonde i libri”. L’iniziativa verrà inaugurata oggi alle 17, al teatro Quirino di Roma, e si prevede la partecipazione di editori, librai e diversi autori tra cui Corrado Augias, Carlo Bernardini, Andrea Camilleri, Gianrico Carofiglio, Guido Crainz, Rosetta Loy, Valerio Magrelli, Alessandro Pace, Antonio Pascale, Christian Raimo, Stefano Rodotà, Giovanni Sartori, Tiziano Scarpa, Marco Travaglio, Nadia Urbinati, Chiara Valerio, che leggeranno brani di libri dedicati alla libertà, di informazione, di opinione e di scelta e di stampa.
Pin It